Quantcast

Il rinnovo dei contratti ricompatta l’unità sindacale

Cgil, Cisl e Uil presentano insieme al governo delle rivendicazioni su contratti pubblici e politiche di rilancio del lavoro e delle assunzioni, oltre ad un cambio di rotta sull'istruzione

REGGIO EMILIA – Risorse per rinnovare i contratti pubblici e politiche di rilancio del lavoro e delle assunzioni, oltre ad un cambio di rotta sull’istruzione (per farla diventare in alternanza con il lavoro un volano dello sviluppo) e un’accoglienza piu’ umana per i migranti.

Sono alcune delle rivendicazioni della piattaforma unitaria che Cgil, Cisl e Uil presenteranno al Governo come “correttivo” alla legge di bilancio 2019, emersi dalla riunione di questa mattina dell’Attivo dei delegati e pensionati delle tre sigle confederali di Reggio Emilia. Un appuntamento che segna la ripresa delle iniziative unitarie dei tre sindacati – con la Cgil locale ancora priva di un segretario in carica – e che ha visto una forte partecipazione, con oltre 200 presenti.

A svolgere la relazione introduttiva, Mirto Bassoli, della segreteria della Cgil dell’Emilia Romagna; insieme a lui a coordinare i lavori e gli oltre quindici interventi dal palco, William Ballotta, segretario della Cisl Emilia Centrale.

“La manovra del Governo, pur rappresentando una prima inversione di tendenza, mostra elementi di inadeguatezza ed e’ carente di una visione del Paese e di un disegno strategico che sia capace di ricomporre e rilanciare le politiche pubbliche finalizzate allo sviluppo sostenibile e al lavoro”, affermano Cgil, Cisl e Uil.