Fallimento buoni pasto Qui!Group, servizio legale Confcommercio

L'associazione ha attivato una consulenza destinata ai creditori per l’insinuazione al passivo del fallimento

REGGIO EMILIA – Fino al 21 dicembre, presso Confcommercio Reggio Emilia, è attivo un servizio in convenzione per l’insinuazione al passivo del fallimento Qui!Group.

“Il problema dei buoni pasto –spiega il presidente di Confcommercio-Imprese per l’Italia Reggio Emilia, Donatella Prampolini Manzini – va affrontato soprattutto dal punto di vista delle norme: quelle oggi in vigore creano mostri come QUI!Group il cui fallimento lascia in rosso gli esercenti per circa 200 milioni di euro di buoni pasto non pagati”.

“Confcommercio – continua Donatella Prampolini Manzini – sta tentando di lavorare perché venga modificata la normativa evitando in futuro casi analoghi e sta cercando insieme alle altre parti coinvolte, di trovare con Consip, la centrale acquisti della pubblica amministrazione, una soluzione per questo fallimento il cui danno è per la maggior parte in pancia agli esercenti”.

“In questa fase però – sottolinea Donatella Prampolini Manzini – è urgente che i creditori si inseriscano nella procedura: come in ogni fallimento, non possiamo garantire la percentuale di recupero del credito, che dipende dalla capienza del fallimento stesso, ma siamo certi che i creditori troveranno utile la calmierazione del costo che abbiamo concordato con lo studio legale. Peraltro, la partecipazione al tentativo di recupero del credito è necessaria per poter eventualmente imputare a costo le cifre non incassate”.

Possono accedere al servizio a costo convenzionato tutti i soci Confcommercio, nonché i soci delle Centrali D.It (Realco Sigma) e Crai, di Reggio Emilia. Per informazioni scrivere a info@ascomre.com o chiamare lo 0522 708511.