Truffe agli anziani, gli indagati salgono a 32

Un napoletano di 32 anni è stato arrestato dai carabinieri qualghe giorno fa a latina

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Un uomo di 36 anni residente a Napoli e’ la 32esima persona finita nel mirino dei carabinieri di Reggio Emilia e arrestata qualche giorno fa a Latina. I militari sono convinti che faccia parte dell’organizzazione smantellata nel febbraio scorso, con base nel napoletano che in un anno e mezzo era riuscita a truffare un centinaio di anziani nella nostra provincia e in diverse altre regioni in tutta Italia.

All’uomo, finito agli arresti domiciliari, viene contestato un episodio accaduto nel reggiano il 5 febbraio del 2016 quando si presento’ a casa di una signora di 70 anni dicendo di essere un esattore e si fece consegnare 2.800 euro in contanti necessari a suo dire per la liberazione del figlio, arrestato dai carabinieri. Per rendere piu’ credibile la storia, poco prima fece fare una telefonata da un complice che si finse maresciallo.

I truffatori sceglievano le proprie vittime dagli elenchi telefonici, cartacei e on line, spulciando nomi desueti, riconducibili spesso a ultraottantenni, ai quali estorcevano dai 3 ai 5.000 euro alla volta. Gli arrestati e gli indagati devono rispondere, a vario titolo, di associazione a delinquere, violenza privata e circonvenzione di incapace.

Più informazioni su