Quantcast

San Polo, giovane preso a pugni per un sorpasso

Un 40enne di Canossa è stato denunciato per lesioni personali dopo che, in seguito a una controversia stradale, ha mandato un ventenne all'ospedale

SAN POLO (Reggio Emilia) – Un 40enne di Canossa è stato denunciato per lesioni personali dopo che, in seguito a una controversia stradale, ha preso a pugni un ventenne mandandolo all’ospedale.

E’ successo in settembre. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri di San Polo, la vittima, un 20enne reggiano, stava percorrendo la provinciale 13 diretto verso Vetto quando ha sorpassato un mezzo che lo precedeva. Una manovra che, probabilmente, non è piaciuta al conducente dell’auto superata che ha inseguito il ventenne e lo ha fermato. “Mi hai sorpassato nei pressi di un semaforo, sei giovane e queste cose non devi farle”.

Questo il rimprovero dell’odierno indagato che, di fronte alle rimostranze del giovane conducente, è passato dalle parole ai fatti sferrando un pugno al ragazzo che, sebbene tramortito, è riuscito a fuggire trovando rifugio in un vicino bar. L’aggressore quando ha capito che il ragazzo stava chiamando i carabinieri, è salito sulla sua auto ed è fuggito. Grazie alle telecamere di una vicina attività commerciale i carabinieri hanno trovato conferme alla denuncia del giovane.

Il ventenne, grazie ad un amico che dalla descrizione ha individuato il possibile aggressore, è entrato in possesso di una sua foto presa dal suo profilo Facebook che ha consegnato ai carabinieri. I militari, grazie anche alla foto, sono risaliti all’odierno indagato che è stato riconosciuto dalla vittima come il suo aggressore.