S. Ilario, si inventa debito con calabresi per comprare droga

Con questa scusa un 30enne, che è stato denunciato per simulazione di reato, ha estorto per un anno denaro al padre

S. ILARIO (Reggio Emilia) – Per oltre un anno ha finto di vivere sotto ricatto, minacciato da fantomatici calabresi domiciliati a Bologna con cui aveva un debito per della droga di cui si era disfatto. Tutto solo per convincere il padre a consegnargli continuamente dei soldi per comprarsi la droga.

E’ la vicenda scoperta a S. Ilario dai carabinieri, che al termine delle indagini hanno denunciato per simulazione di reato un uomo di 30 anni residente nel paese. A tradire il giovane, proprio la denuncia che lui stesso aveva sporto ai militari dicendosi vittima di minacce ed estorsione, per rendere la sua storia piu’ credibile agli occhi del genitore.