La mostra “Jean Dubuffet, l’arte in gioco”, sarà presentata a Londra

Lunedì 15 ottobre nel prestigioso spazio dell’Istituto di Cultura Italiana sarà presentata l'esposizione che aprirà le porta al pubblico il 17 novembre a Palazzo Magnani

REGGIO EMILIA – Lunedì 15 ottobre, il presidente della Fondazione Palazzo Magnani, Davide Zanichelli, insieme ai curatori Martina Mazzotta e Frédéric Jaeger della Fondation Dubuffet di Parigi, presenteranno a Londra, nel prestigioso spazio dell’Istituto di Cultura Italiana, la mostra “Jean Dubuffet, l’arte in gioco“ che aprirà le porta al pubblico il 17 novembre nelle sale di Corso Garibaldi a Reggio Emilia.
Una nuova felice stagione espositiva per la città, che dopo la mostra “Kandinsky-Cage” rende omaggio ad un altro grande maestro della storia dell’arte del XX secolo.

L’esposizione, patrocinata dall’ambasciata francese, sarà la prima grande retrospettiva dedicata all’artista francese, le cui opere mancano in Italia da oltre 30 anni.
Nella presentazione di Londra, Martina Mazzotta e Frédéric Jaeger racconteranno il genio universale e multiforme di questo autentico homme-orchestre, che ha influenzato personalità come Keith Haring e Jean-Michel Basquiat con una produzione unica nel suo genere, portando in luce i diversi aspetti della vita e dell’opera di Jean Dubuffet.

Ci saranno anticipazioni sul percorso espositivo che verrà allestito a Palazzo Magnani e dove troverà posto anche una sezione dedicata all’art brut, di cui Dubuffet fu inventore del nome e grande collezionista, curata dallo psichiatra Giorgio Bedoni che darà conto della dimensione poliedrica e innovatrice del lavoro dell’artistia francese.

L’occasione sarà particolarmente utile per stringere nuove relazioni con importanti istituzioni internazionali e promuovere la città in sedi europee di grande rilievo culturale e scientifico.