Imprese, la meccatronica punta su Russia e Stati Uniti

Tra fine ottobre e novembre incontri serrati con stranieri

REGGIO EMILIA – Si prepara un “autunno caldo” per le imprese reggiane della meccanica e della meccatronica che intendono rafforzare i rapporti commerciali con l’estero e, in particolare, con Russia, Usa e Canada. Lunedi’ 29 e martedi’ 30 ottobre le aziende del settore si confronteranno infatti (prima nella sede della Camera di commercio e poi con visite in azienda) con un gruppo di operatori provenienti dalla Russia, mentre il 26 e 27 novembre incontreranno buyer provenienti da Usa e Canada.

Nel frattempo, saranno impegnate in un percorso di networking che guarda proprio al mercato nordamericano. “Questo ampio progetto di internazionalizzazione, realizzato con il contributo dalla Regione- sottolinea il presidente della Camera di Commercio, Stefano Landi- riguarda il settore piu’ rilevante per gli interscambi commerciali con l’estero e si concentra sia su mercati nei quali la presenza dei nostri prodotti e’ particolarmente consolidata, sia su altre aree che, seppur partendo da volumi ancora contenuti, stanno evidenziando tassi di crescita molto rilevanti”.

Non e’ un caso, aggiunge Landi, “che nel 2017 proprio la meccanica e la meccatronica abbiano guadagnato un 14,8% sulle esportazioni rispetto ad una media generale che ha fatto segnare un piu’ 8,7%”. Al centro del confronto commerciale di lunedi’ e martedi’, dunque, ci sara’ il mercato russo, che con 90,3 milioni di euro ha fatto segnare, nel 2017, un incremento record del 29% risultato.