Gavassa, sul biogas la Lega reclama il confronto

Melato: "Il Pd tace dopo il porta a porta, ma servono assemblee pubbliche"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Comune di Reggio Emilia e Iren “escano allo scoperto e si confrontino a breve con i cittadini del luogo” sul mega impianto previsto nella frazione di Gavassa, per trasformare la frazione organica dei rifiuti (167.000 tonnellate l’anno in arrivo da Reggio, Parma e Piacenza) in biogas. A chiedere un faccia a faccia pubblico tra azienda, istituzioni e residenti e’, dopo il Movimento 5 stelle che ha presentato una mozione (approvata) in Consiglio comunale, il vice segretario provinciale della Lega Matteo Melato.

Anche l’esponente del Carroccio esprime “la preoccupazione, gia’ manifestata da numerosi cittadini, per l’impatto che l’impianto potra’ avere in termini di emissioni in atmosfera, rumore e traffico veicolare per il trasporto di tutta quella mole di rifiuti e le relative ripercussioni sull’inquinamento”. E reclama un’assemblea pubblica per ascoltare “tutte le preoccupazioni legittime che vengono avanzate per arrivare ad una revisione del progetto altrimenti calato dall’alto senza alcun confronto”.

E’ “giusto – chiosa infatti Melato – che chi ha preso queste decisioni si assuma la responsabilita’ in toto dell’operazione”. In questo momento, fa invece notare il leghista, “dal Pd reggiano vi e’ solo silenzio, probabilmente per paura di ripercussioni dal punto di vista elettorale, dopo la scellerata decisione del porta a porta in centro”.

Più informazioni su