Quantcast

Forza Italia affila le lame per il 2019: “Vittoria alla nostra portata”

La Fantinati: "Il centrodestra è unito, stiamo lavorando sui territori". Gianluca Nicolini è candidato a un ruolo regionale per la cultura. La lista per la Provincia si chiamerà "Terre reggiane"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Le elezioni amministrative del 2019 si preannunciano affatto come una passeggiata per il centrosinistra di Reggio Emilia. A differenza delle precedenti tornate, infatti, Pd e alleati dovranno vedersela non solo con un centro destra piu’ che mai compatto, ma soprattutto con la “nuova” Forza Italia, rinnovata negli organi dirigenti e gia’ al lavoro su un progetto per ricostruire dalle fondamenta il rapporto con i territori.

Nella citta’ del Tricolore, in particolare, e’ tutto nelle mani del nuovo commissario provinciale Cristina Fantinati, che spiega questa mattina come intende muoversi per affrontare le prossime scadenze elettorali, a cominciare da quella di fine mese per il rinnovo degli organi della Provincia reggiana. Affiancata dal nuovo commissario regionale Galeazzo Bignami e dalla sua vice Benedetta Fiorini, Fantinati spiega: “Anche a Reggio Emilia, che per noi e’ forse la provincia piu’ difficile d’Italia, pensiamo che la vittoria sia alla portata non solo in citta’, ma in molti Comuni”.

Ma “da soli – continua il commissario provinciale – non si va da nessuna parte”. Duplice in questo caso il riferimento. Da un lato alle alleanze elettorali dove, dice Fantinati, “siamo responsabili e consapevoli di dover correre uniti. Io ho gia’ iniziato un dialogo con Lega e Fratelli d’Italia che mi sembra molto buono, ma mi impegno ad aprire le porte di Forza Italia anche a nuove forze ed energie che potranno sostenerci nel nostro progetto”. In secondo luogo il commissario provinciale non sara’ da sola al comando: “Contiamo di presentare nelle prossime settimane una squadra composta da un delegato per ogni Comune, un delegato ‘di zona’ sulla falsa riga delle Unioni dei Comuni, e dei coordinatori dell’organizzazione”.

Un input che arriva direttamente dal commissario regionale Bignami che dice: “Cristina ha un mandato pieno. Noi non interverremo sulle scelte che fara’ e le appoggeremo in ogni caso”. Per Bignami, inoltre, “le ultime elezioni hanno dimostrato che non esiste una forza di centrodestra autosufficiente, ma solo uniti si puo’ vincere. Anche a livello locale a noi non interessa l’appartenenza politica dei candidati ma che siano capaci e perbene”. Per questo, conclude Bignami, “Bologna conferma che quando entrera’ nelle vicende reggiane lo fara’ in punta di piedi e chiedendo il permesso senza interferire con le decisioni del commissario provinciale”.

Benedetta Fiorini, parlamentare reggiana e vice commissario regionale di Forza Italia, ribadisce: “Il nostro obiettivo e’ far cambiare colore a questa citta’: la gente non vuole storie, ma credibilita’, e noi siamo la forza politica piu’ credibile”. Inoltre “la coalizione di centrodestra e’ assolutamente sana e possiamo vincere, perche’ siamo i migliori”. Sulla stessa linea il capogruppo di Forza Italia in Regione Andrea Galli secondo cui “anche la Regione e’ contendibile perche’ ormai la sinistra ha dato tutto quello che poteva. E’ ora che ci sia un ricambio”.

L’ex commissario provinciale di Forza Italia a Reggio Emilia, Gianluca Nicolini, e’ candidato alla carica di coordinatore regionale del dipartimento Cultura del partito. Lo annuncia il commissario regionale di Fi dell’Emilia-Romagna, il deputato Galeazzo Bignami.

La lista per la Provincia si chiamerà “Terre reggiane”
Si chiamera’ “Terre reggiane” (lo stesso nome adottato nel 2014) la lista civica di centrodestra promossa da Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia che si presenta alle elezioni della Provincia di Reggio Emilia del prossimo 31 ottobre. Lo annuncia il nuovo commissario provinciale del partito Cristina Fantinati, tra l’altro gia’ consigliera provinciale e in Comune a Novellara.

“Stiamo correndo perche’ il termine per la presentazione delle liste e’ mercoledi’ prossimo”, spiega Fantinati. “Si votera’ con lo stesso corpo elettorale della precedente tornata- aggiunge- e anche se avremmo preferito andare ad elezioni dopo le elezioni amministrative nei Comuni, non ci tiriamo indietro e faremo la nostra corsa”.

Più informazioni su