Fermati con 70 grammi di cocaina, arrestati due fratelli albanesi

Sono un 23enne e un 30enne che stamattina compariranno davanti al tribunale di Reggio

CAMPAGNOLA (Reggio Emilia) – Una partita di droga “gestita” da due fratelli albanesi è stata sottratta, mercoledì pomeriggio, alla piazza dai carabinieri della stazione di Campagnola e del nucleo operativo della Compagnia di Guastalla che hanno sequestrato 70 grammi di cocaina in pietra.

I due fratelli albanesi sono stati fermati dai carabinieri di Campagnola a un posto di blocco mercoledì pomeriggio. Il loro nervosismo ha suggerito ai militari di ispezionare l’auto e così sono saltati fuori la droga e il materiale per il confezionamento. Con l’accusa di concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti i militari hanno arrestato due fratelli albanesi, di 23 e 20 anni, entrambi residenti a Sabbioneta nel mantovano, anche se il 20enne era, di fatto, domiciliato a Rolo.

Ai due, che stamattina compariranno davanti al Tribunale di Reggio, i carabinieri hanno sequestrato 70 grammi di cocaina in sassi, due bilancini di precisione per la pesatura, un macchinario per il sottovuoto e buste in cellophane per il confezionamento delle dosi e circa 6.000 euro in contanti ritenuti provento dell’illecita attività unitamente ai rispettivi cellulari, ora al vaglio, considerati il mezzo per contattare i clienti.