Quantcast

Prima vittoria per la Reggio Audace: 1-3 contro il Classe

Primo successo in campionato. Osuji sblocca la contesa, poi un'autorete e Zamparo per il tris. Inutile l''1-3. Espulso Rozzio, Narduzzo para un rigore

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Quattrocento tifosi reggiani si presentano a Russi (Ravenna) per festeggiare sia i 99 anni d’amore e di fedeltà verso la Reggiana sia la prima vittoria in campionato. Narduzzo brilla tra i pali, l’unico neo: l’espulsione di Rozzio.

Primo tempo
Ancor prima del fischio d’inizio i sostenitori granata espongono uno striscione volto a festeggiare le 99 candeline spente dalla Reggiana in settimana. La formazione di casa parte forte, ma all’undicesimo minuto perde il proprio terminale offensivo Innocenti (classe 1974) causa risentimento muscolare. In fase difensiva un “timido” Bran porta Rozzio agli straordinari. Entrambe le formazioni non affondano il colpo sino al trentaseiesimo quando, su calcio di punizione battuto da Cavagna, la retroguardia ravennate si lascia cadere in un profondo limbo; Osuji ne approfitta depositando la sfera in rete. Sette minuti dopo l’autore del vantaggio granata si rende protagonista in negativo atterrando in area di rigore Monaco. Il direttore di gara non esita ad assegnare il penalty dagli undici metri, sul dischetto si presenta De Rose il quale, ipnotizzato da Narduzzo, si lascia ribattere la conclusione a rete.

Secondo tempo
Si riparte nel segno delle sostituzioni in casa granata. Dalla corsia di destra Masini lascia partire un profondo traversone sul quale si avventa Okonkwo che, nel tentativo di anticipare l’avversario, fredda il proprio estremo difensore. Per il tifoso reggiano neanche il tempo di riaccomodarsi in poltrona che è tempo ancora di esultare; Bran pennella per Broso il quale, a sua volta, serve Zamparo che di sinistro spiazza Bovo. Al ventiduesimo Rozzio la combina grossa trattenendo per la maglietta l’avversario, arriva il secondo giallo e contestuale rientro anticipato negli spogliatoi. Il Classe non demorde e sugli sviluppi di un traversone per mano di Fabbri, l’indisturbato Dall’Agata di testa trafigge Narduzzo. In fase conclusiva di match Ponsat, subentrato a Zamparo, fallisce il poker spedendo la sfera sul primo palo. Arriva la prima vittoria con lo sguardo dritto e aperto nel futuro.

Il tabellino

CLASSE – REGGIO AUDACE FC: 1 – 3

Marcatori: 36’ Osuji (R), 51’ Okonkwo (autorete), 56’ Zamparo (R), 71’ Dall’Agata (C).

CLASSE (4-3-3): Bovo; Okonkwo, Valenza (dal 60’Ricci Frabattista), Sedioli, Monaco; Fabbri (dal 81’ Felli), De Rose, Ballardini; Arrondini (dal 60’ Ferri), Innocenti (dal 11’ Dall’Agata), Noschese. A disposizione: Palermo, Fiaschini, Larese, Centonze, Montemaggi. Allenatore: Giunchi.

REGGIO AUDACE F.C. (4-3-3): Narduzzo; Bran, Rozzio, Cigagna, Masini; Osuji, Cavagna (dal 68’ Grassi), Staiti; Zamparo (dal 78’ Ponsat), Luche (dal 46’ Pastore), Boldrini (dal 46’ Broso). A disposizione: Rossi, Belfasti, Palmiero, Bardeggia, Crema. Allenatore: Antonioli.

Arbitro: Marino Rinaldi sez. di Messina (Assistenti: Roberto Allocco sez. di Bra, Luigi Dal Bosco sez. di Verona).

Note – Espulso: Rozzio. Ammoniti: Valenza, Cavagna, Ricci Frabattista. Angoli: 3 – 4. Recupero: 1’ pt. – 4’ st.

Più informazioni su