Via Turri, apre il caffè letterario Binario 49 foto

Sabato alle 18.30, al civico 49, in spazi ampi, riqualificati e allestiti con particolare cura

REGGIO EMILIA – Sabato alle 18.30, al civico 49 di via Turri, in spazi ampi, riqualificati e allestiti con particolare cura, viene inaugurato il progetto “Binario 49”, il primo caffè letterario e incubatore di economia solidale (Ies) di Reggio Emilia, uno spazio unico nel suo genere dove assieme alla programmazione di una ricca agenda di eventi culturali si svilupperanno azioni e progetti di economia solidale per promuovere inclusione, coesione e innovazione sociale.

All’interno dello spazio saranno promossi eventi di carattere culturale con una proposta teatrale, musicale, presentazione di libri, progetti, azioni e strumenti caratterizzati da sostenibilità ambientale, economica, sociale: a gestirli sarà l’associazione Casa d’altri, aggiudicataria dell’avviso pubblico di manifestazione di interesse e capofila di una rete di associazioni, imprese sociali e onlus del terzo settore.

L’associazione Casa d’altri, nasce nel 2016 ed è composta da volontari che nell’ultimo anno e mezzo hanno lavorato al piano di ristrutturazione dei locali dell’ex Circolo Arci Reggio Est. Un intervento di rigenerazione urbana ed innovazione sociale, mirato a ridare valore e forza aggregativa agli spazi pubblici come luoghi di incontro e scambio. Binario49 è un progetto nato per fare di un edificio oggi degradato e svuotato di contenuti un punto di ritrovo e di ristoro, un incubatore di cultura e dibattito, una “portineria” di quartiere e oltre il quartiere, un punto di partenza per iniziative sociali ed economiche favorendo l’incontro tra culture e fasce di età diverse.

Le diverse associazioni e cooperative che compongono la rete di sostegno sono: il Distretto di economia solidale di Reggio Emilia, le cooperative Ravinala, Bici Box, Ovile, La Vigna, la Quercia, Sicilia Vostra, ‘… e Terre Nuove’ e la rete degli Avvocati di Strada.

L’apertura del nuovo spazio ha l’obiettivo di promuovere un’importante azione di rigenerazione urbana e sociale del quartiere su cui insiste, rafforzando le relazioni di prossimità, creando opportunità per reti e/o partenariati solidali locali e favorendo la partecipazione dei cittadini. La gestione degli spazi – di proprietà comunale, a titolo gratuito per un periodo di 4+4 anni – è stata affidata all’associazione Casa d’Altri tramite un avviso pubblico di manifestazione di interesse diretto a soggetti operanti nel Terzo settore.

Lo spazio Binario 49 sarà inaugurato sabato 18.30, alla presenza del sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi e del vicesindaco con delega al Welfare Matteo Sassi. Seguirà alle 20, dopo l’aperitivo, lo spettacolo di musica dal vivo dei ”SoSister Acustic duo”.

La presentazione
Il progetto di Binario 49 è stato presentato questa mattina dal vicesindaco di Reggio Emilia Matteo Sassi e dai referenti dell’associazione Casa d’Altri, Claudio Melioli e Khadija Lamami. Alla conferenza stampa erano presenti anche i rappresentanti delle associazioni e delle cooperative sociali coinvolte nel progetto.

Il vicesindaco Sassi: “Quartiere critico, ma con risorse inattese e sorprendenti”
“Il quartiere della Stazione – ha detto il vicesindaco Sassi – soffre spesso il pregiudizio di chi vede in questo luogo una parte della città caratterizzata esclusivamente da difficoltà e fragilità. Ma questa rappresentazione esclusivamente negativa è alimentata spesso da finalità speculative: in tel senso, questo è divenuto il luogo delle speculazioni, politiche e non solo. In realtà, senza nasconderci le criticità, il quartiere della stazione è in grado di esprimere grandi risorse, spesso inattese e sorprendenti, sotto ogni profilo. Come il lavoro fatto dalla rete di associazioni con Binario 49, un luogo bello e accogliente, aperto a tutta la cittadinanza, dove promuovere la partecipazione. l’inclusione sociale e i diritti di cittadinanza, sviluppare le relazioni di prossimità, diffondere e fare cultura. Un luogo aperto a tutti e per tutti, segno positivo di quanto si possa realizzare nel quartiere della stazione”.

Claudio Melioli e Khadija Lamami hanno invece sottolineato l’importante collaborazione dei diversi partner che hanno contribuito a riqualificare lo spazio, ricordando in particolare l’apporto delle diverse maestranze che hanno sposato il progetto, dando materiali e ore di lavoro per la sistemazione dei locali. Lamami ha inoltre ricordato che Binario 49 ospiterà concerti, spettacoli e iniziative culturali. Il primo appuntamento è in programma per sabato 22 settembre, alle 21, con lo spettacolo “Gli uomini per essere liberi: Sandro Pertini, il Presidente” di Gianni Furlani.