Università, apre studentato Manodori all’Ex Ancelle

Riporta in centro 25 studenti che frequentano l'ateneo

REGGIO EMILIA – Negli anni trenta ospitava le suore infermiere che prestavano servizio nella vecchia sede dell’ospedale cittadino. Oggi Palazzo ex Ancelle, attiguo a Palazzo da Mosto, in centro storico a Reggio Emilia torna a nuova vita per ospitare 25 studenti universitari. Di proprieta’ della Fondazione Manodori, che lo ha riqualificato, lo studentato sara’ gestito da Edili Reggio Emilia Immobiliare & Servizi che segue un servizio affine in via Cambiatori.

Un’altra boccata d’ossigeno insomma per la sede reggiana di Unimore che, aspettando gli alloggi nell’ex seminario, puo’ contare sui nuovi spazi per assorbire l’aumento di oltre il 10% di frequenze registrato di recente. “Consideriamo questa iniziativa- spiega Gianni Borghi, presidente della Fondazione Manodori- come la risposta ad un bisogno della nostra comunita’, nell’ottica di sostenere il sistema formativo locale ed incentivare la crescita delle nuove generazioni”.

Ma “c’e’ anche un altro obiettivo. Pensiamo che recuperare spazi, richiamare gente e proporre stimoli ad una collettivita’ possa contribuire a riqualificare e valorizzare zone finora poco frequentate del centro storico di Reggio Emilia”, aggiunge il presidente.

“Dal 2015- aggiunge l’assessore comunale alla Rigenerazione urbana, Alex Pratissoli- sono oltre mille i cantieri conclusi in centro storico per la riqualificazione di immobili privati, dei quali oltre il 42% corrispondenti ad interventi di ristrutturazione profonda dell’edificio. Un dato che testimonia la forte dinamicita’ del centro cittadino ulteriormente qualificato dall’insediamento di usi e funzioni, come gli studentati, che ne arricchiscono il contesto sociale ed economico”.