Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Trump, Assad non provochi nuova tragedia: ma Siria riprende i raid

Ci sono già 4 civili morti fra Hama e Idlib. Il portavoce del Cremlino non conferma la partecipazione russa: 'Chiedete al ministero della Difesa'

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Donald Trump su Twitter lancia un monito al regime di Assad e un appello a non provocare una nuova tragedia umanitaria in Siria. “Il presidente Bashar al Assad – scrive il tycoon – non dovrebbe attaccare sconsideratamente la provincia di Idlib in Siria. E russi e iraniani farebbero un grave errore umanitario nel prendere parte a questa possibile tragedia umana. Centinaia di migliaia di persone potrebbero essere uccise. Non facciamo che questo accada!”.

Intanto sono cominciati i raid aerei governativi siriani sulla regione di Idlib al confine con la Turchia come preparazione all’offensiva di terra, annunciata da settimane, contro l’ultima roccaforte anti-regime nella Siria occidentale. Lo riferiscono media siriani e fonti locali, affermando che gli attacchi aerei per il momento si concentrano nell’area di Jisr ash Shughur, a ovest del capoluogo di Idlib.

Raid sporadici sono in corso anche tra Hama e Idlib. Ci sono già quattro civili morti. E il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov si è rifiutato di commentare le notizie di attacchi aerei russi nell’area di Idlib, in Siria. “Non ho informazioni operative su ciò che stanno facendo i nostri militari”, ha detto Peskov. “Vi consiglio di rivolgervi al ministero della Difesa”, ha detto Peskov rispondendo alle domande dei giornalisti.

La situazione a Idlib sarà una questione prioritaria al trilaterale Mosca-Ankara-Teheran previsto per il prossimo 7 settembre nella capitale iraniana. Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, sottolineando che “i terroristi” a Idlib “si sono radicati” e ora, oltre a “destabilizzare” la Siria e “compromettere” il processo di pace, rappresentano “una minaccia” per le basi russe in Siria. “Le forse armate siriane si stanno preparando a risolvere questa situazione”, ha detto Peskov citato da Interfax.

Più informazioni su