Quantcast

San Martino in Rio, spacciava ai giovani del paese: denunciato

I carabinieri di San Martino in Rio stroncano giro di spaccio che coinvolgeva studenti: 20 giovani clienti segnalati quali assuntori. Si aggrava la posizione del 16enne finito nei guai per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti

SAN MARTINO IN RIO (Reggio Emilia) – Si aggrava la posizione di uno studente di 16 anni reggiano che era stato denunciato per spaccio, nel gennaio scorso, al tribunale per i minorenni di Bologna. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri il giovane pusher avrebbe condotto la sua attività da almeno 2 anni con numerose cessioni di droga (con una media 3/4 volte la settimana). Secondo i militari una ventina di giovani, tutti in età scolare, tra cui molti minori, appartenevano al suo “portafoglio clienti”. Sono stati segnalati come assuntori di stupefacenti alla Prefettura reggiana.

Da tempo i carabinieri di San Martino in Rio avevano messo gli occhi sul ragazzino almeno da quando, in seguito a controlli, era stato notato anche con ragazzi più grandi di lui noti ai carabinieri per essere assuntori di droga. Per questo motivo a gennaio, quando era stato notato a bordo di un’auto ferma nella piazza del paese, in compagnia di tre amici maggiorenni, i carabinieri avevano approfondito i controlli.

In quell’occasione nella tasca del giovane studente è stato trovato un bilancino di precisione del tipo di quelli usati per pesare le sostanze, mentre all’interno di uno zaino i militari hanno rinvenuto un trita erba. Nascosta tra le parti intime i militari gli avevano trovato una busta in cellophane che conteneva 23 grammi di marijuana. Il minore era stato denunciato. Poi gli approfondimenti investigativi che oggi hanno portato alla sua denuncia.