Il Rolo di mister Ferraboschi è partito col piede giusto

Il pareggio con la corazzata Nibbiano e la vittoria allo scadere col Salsomaggiore hanno portato serenità a tutto l'ambiente. Domenica è sfida con la Rosselli Mutina. Il presidente Vilson Poppi: "Vedere la tribuna in visibilio al 92° non ha prezzo. Il Campionato? Vincerà la Correggese"

Più informazioni su

ROLO (Reggio Emilia) – Vincere al 92° è sempre bellissimo, visto il clima di festa ne abbiamo approfittato per intervistare il presidente del Rolo, Vilson Poppi, alla guida del club biancoceleste da ben quindici anni. Nella prima gara, la squadra di mister Ferraboschi, si è dovuta accontentare del pari con il Nibbiano Valtidone, mentre nella seconda gara, il neoentrato Ouaden, ha segnato la rete da 3 punti, proprio allo scadere. Una vittoria, quella ai danni del Salsomaggiore, che ha portato serenità e ambizione tra le file del Rolo, società solita vestire i panni della protagonista anche in Coppa Italia oltre che nel difficile campionato d’Eccellenza.

Presidente, una partenza positiva del Rolo, soddisfatto?
Solitamente siamo dei diesel, partiamo con qualche difficoltà per poi migliorare strada facendo. Oggi invece vediamo una squadra subito pronta, capace di fare punti e di trovare più facilmente l’equilibrio.

Il Rolo è nuovamente nelle mani di mister Pietro Ferraboschi
Conosciamo bene l’allenatore, è molto preparato e ha tutto quello che serve per fare bene. Il mister conosce bene l’ambiente di Rolo, ed inoltre è consapevole di essere molto stimato da tutti i dirigenti. Sono sicuro che farà molto bene.

Ottimo inizio di campionato anche per mister Gallicchio, allenatore che lei apprezza moltissimo, anche oggi che guida la Bagnolese e non più il Rolo
Nel calcio, a volte, ci sono storie che possono interrompersi per poi riprendere in futuro. Da parte mia posso solo augurare il meglio a mister Gallicchio, a Rolo ha dimostrato di essere uno degli allenatori più bravi in circolazione, credo possa dare molto al nostro calcio, visto che ha concetti importanti.

Parliamo del Rolo, a che posizione mira la squadra?
Difficile da dire, noi abbiamo fatto del nostro meglio cercando di mettere a disposizione del mister la miglior squadra possibile. Chiaro che non è facile, abbiamo giocato contro la Piccardo, una delle matricole, e abbiamo capito subito che in questo campionato non ci sono formazioni di basso livello. Tutte hanno degli ottimi organici, anzi. Per fortuna che il Castelfranco è finito nel girone parallelo, il B, altrimenti sarebbe stato ancora più difficile.

Eccellenza di grande livello, secondo lei chi vincerà questo campionato?
La squadra da battere è sicuramente la Correggese, una formazione di grande livello che ha tutto per ammazzare questo campionato. Sono certamente loro la squadra da battere. Occhio anche al Nibbiano che sicuramente farà vedere tutta la sua qualità e alla Folgore Rubiera del nostro amico Fabrizio Tagliavini.

In campionato sarà difficile primeggiare, ma la priorità, da queste parti, è sempre la Coppa Italia
I nostri tifosi sono molto legati alla Coppa Italia, ci seguono in tutte le gare interne e in tutte le trasferte. Noi non snobbiamo mai la Coppa, anzi, siamo onorati di poter correre per questo trofeo e, più di una volta, siamo riusciti a raggiungere la finale. Tutto per amore dei nostri tifosi.

Rolo vanta sempre una delle curve più importanti per l’Eccellenza
Anche in questa stagione siamo riusciti a chiudere la campagna abbonamenti col sorriso. Effettivamente sono poche le società d’Eccellenza che possono vantare una legione di tifosi di questo livello. Domenica scorsa mi sono emozionato quando la tribuna è andata in visibilio dopo il gol di Ouaden al fischio finale. Solo le cose belle del calcio.

Una curiosità, come vive queste prime giornate il direttore Giancarlo Bruini?
Come al solito: è molto agitato e attento ad ogni particolare. Conosce bene il calcio e ha intuito che sarà una stagione difficile. Le partecipanti sono tutte ben attrezzate, tanti professionisti sono scesi di categoria. Basti pensare che il Fiorano schiera Caputo in attacco, ragazzo che ha giocato in Europa League col Sassuolo.

Presidente, in chiusura, la prossima settimana trasferta da non sottovalutare a Formigine, con la Rosselli Mutina
Una squadra composta da tanti giovani di grande qualità e da qualche esperto che conosciamo bene. Guai a sottovalutare l’avversario. Sono certo che i ragazzi del Rolo faranno di tutto per regalare altri tre punti alla nostra tifoseria.

Più informazioni su