Rivalta, scuola elementare chiusa per un mese: le lezioni iniziano in parrocchia

Pochi giorni fa si è scoperto che in un'aula al primo piano dell'edificio era crollato un pezzo di controsoffitto. Stasera assemblea con i genitori al cinema di Rivalta

REGGIO EMILIA – “C’è un problmea per la riqualificazione della scuola di Rivalta dove i ragazzi saranno spostati per un po’ nella parrocchia a 200 metri. I lavori dureranno circa un mese”. Lo ha detto ieri l’assessore Mirko Tutino alla conferenza stampa in municipio in cui è stato fatto il punto sugli investimenti del Comune nel settore scuole per quest’anno.

La scuola primaria Don Pasquino Borghi, con sede in via della Republica, resterà quindi chiusa per almeno un mese e tutti i 180 alunni delle dieci classi saranno trasferiti nei locali dell’oratorio, l’ex canonica, messi a disposizione dalla parrocchia. La chiusura è dovuta al fatto che pochi giorni fa si è scoperto che in un’aula al primo piano dell’edificio era crollato un pezzo di controsoffitto forse per il terremoto del 17 agosto scorso.

Del trasferimento degli alunni si discuterà questa sera alle 19 al cinema di Rivalta. I genitori degli studenti sono preoccupati perché i locali dell’oratorio sono molto piccoli. Il Comune poteva anche sistemare solo quell’aula, ma quando i tecnici si sono resi conto che, potenzialmente, il problema poteva riguardare in futuro anche altre aule si è deciso di effettuare un intervento radicale che durerà circa un mese e si concluderà entro ottobre.

All’incontro di questa sera a Rivalta saranno presenti, oltre al dirigente scolastico, il presidente del Consiglio d’istituto Giovanni Mazzi, l’assessore all’Educazione del Comune di Reggio, Raffaella Curioni, e le insegnanti.