Lite per fila dal medico, padre e figlio denunciati

Lesioni personali in concorso è l’accusa mossa ai due dai carabinieri di Montecchio. La vittima, che ha riportato la frattura di un dito, è stata giudicata guaribile in 30 giorni

MONTECCHIO (Reggio Emilia) – Un 30enne di Montecchio e il padre 65enne sono stati denunciati con l’accusa di lesioni personali in concorso per una lite, scoppiata nello studio di un medico di base a Montecchio, per il mancato rispetto della fila, tra alcuni pazienti che stavano attendendo il turno della visita. Un diverbio che ha visto un 53enne riportare una prognosi di 30 giorni per politrauma con frattura di un dito della mano destra.

Il 30enne avrebbe iniziato a discutere con il 53enne perché quest’ultimo, a suo modo di vedere, non stava rispettando la fila. Dalle parole i due sono presto passati ai fatti con il 30enne che ha afferrato al collo l’uomo facendo esplodere una lite che ha visto anche il coinvolgimento del padre intervenuto in supporto del 30enne. Nell’atrio dello studio dell’ambulatorio medico sono intervenuti i carabinieri di Montecchio chiamati da alcuni dei presenti. I militari hanno riportato la calma e poi hanno denunciato il padre e il figlio.