La procura accende un faro sui bilanci della Reggiana

I magistrati hanno aperto un'indagine conoscitiva. E intanto un facoltoso imprenditore reggiano si è fatto avanti per acquisire il marchio

REGGIO EMILIA – La procura di Reggio ha acceso un faro, da fine agosto, sulla situazione finanziaria della Ac Reggiana 1919, la società dei Piazza attualmente in liquidazione. Nel mirino dei magistrati, che hanno aperto un’indagine conoscitiva, ci sono i bilanci della società e il resoconto dei revisori dei conti.

In attesa di sviluppi su questo fronte giudiziario, che per ora non vede nessun indagato, si apprende che un facoltoso reggiano avrebbe dato mandato al proprio avvocato di informarsi presso la liquidatrice della società di Mike e Alicia Piazza, Barbara Morini.

E proprio sulla questione marchio, i coniugi Piazza hanno risposto con una lettera, pubblicata sul sito internet della vecchia società, all’appello del sindaco di Reggio Luca Vecchi fatto domenica negli studi di Telereggio che aveva chiesto a Mike e ad Alicia di restituirlo.

Scrivono Mike e Alicia: “Non abbiamo intenzione di portare il marchio negli Stati Uniti. Appartiene a Reggio Emilia. Attorno alla vicenda ci sono mancanza di informazioni e isteria. Non faremmo nulla di dannoso alla Reggiana: stiamo cercando di accompagnare l’azienda in questo momento difficile. La liquidazione è un processo, dateci il tempo di lavorare. Siamo sempre stati onesti e trasparenti, dateci il rispetto che meritiamo. Stiamo lavorando diligentemente per risolvere i problemi finanziari dell’azienda che risalgono al 2013”.