Quantcast

La Lega: “Degrado Reggiane? Martina chieda al Pd”

Il Carroccio reggiano al segretario Dem: "Da anni denunce inascoltate"

REGGIO EMILIA – “La Lega sa benissimo in quale stato versa l’area e lo sa da anni date le svariate segnalazioni effettuate gia’ parecchio tempo fa, rimaste totalmente inascoltate dal Pd”. Cosi’ il Carroccio di Reggio Emilia replica al segretario nazionale del Pd Maurizio Martina che ieri, visitando con il sindaco Luca Vecchi e il deputato Graziano Delrio l’area delle ex Reggiane, ha invitato il vicepremier Di Maio a constatare di persona i luoghi che rischiano di non essere riqualificati per lo stop del governo ai finanziamenti del bando periferie.

“Se Martina voleva addossare qualche responsabilita’ della situazione in cui versa l’area a qualcuno, poteva benissimo chiedere a chi lo affiancava e cioe’ a chi ha governato questa citta’ negli ultimi 15 anni. Farlo con il governo, invitando la Lega a far un giro nell’area, e’ quanto di piu’ paradossale ci possa essere per non dire politicamente esilarante”, sostiene il leghista reggiano Matteo Melato.

Le “politiche di accoglienza senza limiti e senza regole hanno riempito l’area di extra comunitari senza fissa dimora che poi si riversano nel quartiere della stazione per compiere attivita’ illecite come lo spaccio o la prostituzione causando gravi problemi di sicurezza per i cittadini, questi sempre minimizzati dalla giunta additandoli come percezioni di insicurezza”, sottolinea Melato. Ricordando poi che “lo sgombero tanto annunciato dal Pd non e’ mai avvenuto infatti i capannoni sono ancora occupati da sbandati, tossici e stranieri la cui regolarita’ e’ tutta verificare”. Insomma “questa visita si e’ tramutata in una pessima figura per il Pd davanti agli occhi di tutta la citta’”.