Quantcast

Elezioni 2019, sintonia fra Civici e Movimento 5 Stelle

La Rubertelli: "Lavoriamo a una formazione anti-Pd più ampia possibile"

REGGIO EMILIA – Prove di dialogo tra l’Alleanza civica di Reggio Emilia, guidata in sala del Tricolore da Cinzia Rubertelli e il Movimento 5 stelle, in vista delle elezioni amministrative dell’anno prossimo. Avvengono nel corso dell’incontro aperto promosso dai civici ieri ieri sera per discutere di alleanze, ma anche dei contenuti che potranno far parte del programma elettorale che dovra’ segnare un “deciso cambio di passo” rispetto all’attuale amministrazione targata Pd.

“Vogliamo aprirci alla citta’, risvegliare il suo senso civico e dialogare con le altre forze d’opposizione, convinti come siamo che l’obiettivo di portare il Pd al ballottaggio si possa raggiungere piu’ facilmente formando un fronte comune”, sostiene Rubertelli. “Sappiamo che, probabilmente, le logiche nazionali porteranno a scelte diverse, ma noi continueremo a lavorare per dare vita a una proposta piu’ ampia possibile, su un programma concreto e condiviso”, aggiunge, davanti ad una platea di un centinaio di persone, tra cui diversi esponenti politici.

Presenti in particolare una delegazione dei 5 Stelle guidati dalla capogruppo in sala del Tricolore Alessandra Guatteri e dal consigliere Gianni Bertucci, Giuseppe Manzotti per Fratelli d’Italia, l’ex assessore Pd Franco Corradini e Duilio Cangiari, tra i promotori della mozione contro la maxi Arena e i portavoce dei comitati cittadini. “Reggio Emilia e’ a un bivio e noi continueremo a lavorare per dare un’alternativa al governo Pd che ha soffocato talenti e intelligenze, osteggiato dialettica e confronto. Bisogna cambiare registro”, afferma ancora Rubertelli.

Sulla stessa linea d’onda la pentastellata Alessandra Guatteri che ha parlato dell’esigenza di cambiare marcia per Reggio “che e’ stata svilita, snaturata. Non c’e’ una visione di citta’ perche’ chi ha governato aveva altre priorita’”. Poi Guatteri continua: “Con Alleanza civica abbiamo condiviso tante battaglie in questi anni. Noi siamo disponibili a dialogare con le liste civiche vere, con l’obiettivo di definire un progetto per i cittadini”. Dai comitati, che non faranno una loro lista, arriva alle forze politiche d’opposizione un invito “all’unita’ e ad evitare le frammentazioni viste nel 2014, per far nascere un’amministrazione di colore diverso”.