Il vescovo Camisasca dimesso dall’Ospedale

Ora inizia un periodo di convalescenza. Il prossimo appuntamento pubblico sarà il 2 settembre, a conclusione del pellegrinaggio dei giovani “Il Cammino di Rolando”

REGGIO EMILIA – Il vescovo Massimo è stato dimesso nel primo pomeriggio di oggi (martedì 14 agosto) dal Reparto malattie infettive dell’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio, dove era stato ricoverato dopo il passaggio al Pronto Soccorso e all’O.B.I. (Osservazione Breve Intensiva) di giovedì sera.

Il Vescovo infatti era stato colto da malore, un serio attacco febbrile, giovedì 9 agosto alle 18 mentre si trovava a Giandeto di Casina per un periodo di riposo; impressionato, aveva chiesto subito di essere trasportato in ambulanza a Reggio.

Il Vescovo, che ora inizia un periodo di convalescenza, è molto grato al personale medico e paramedico dell’Ospedale per le cure ricevute. Monsignor Camisasca manifesta anche la sua profonda gratitudine a tutti coloro che gli hanno espresso la loro vicinanza e le loro preghiere.

“A Dio piacendo – fanno sapere dalla Curia reggiana – riprenderà il suo ministero pubblico domenica 2 settembre, presiedendo a Marola di Carpineti  la celebrazione della santa Messa a conclusione del pellegrinaggio dei giovani “Il Cammino di Rolando”, che parte il giorno precedente dalla Pieve di San Valentino, santuario del Beato Rivi”.