Piazzale Roversi, il M5S: “Il Comune blocchi i lavori, i cittadini vanno ascoltati”

I consiglieri comunali: "Non si capisce come l'amministrazione PD-LeU proceda nell'invitare i cittadini residenti in centro storico a questo tipo di eventi che sono importantissimi per la condivisione"

REGGIO EMILIA – “La manifestazione spontanea di ieri organizzata da un gruppo di cittadini che hanno voluto fare sentire la loro voce contraria al progetto di ristrutturazione di Piazzale Roversi deve essere ascoltata e deve essere un monito per l’amministrazione comunale”.

Lo scrivono Alessandra Guatteri e Norberto Vaccari, consiglieri comunali del Movimento Cinque Stelle, che aggiungono: “Prima della pausa estiva del consiglio comunale avevamo chiesto un incontro pubblico nel quale venissero spiegati i dettagli del progetto di riqualificazione di piazzale del Roversi, meglio conosciuta come Piazza del Cristo, una delle più belle piazze del centro storico. L’incontro pubblico è stato fatto l’8 agosto scorso e, ovviamente, hanno partecipato pochissime persone che non sappiamo neanche come siano state invitate. A nessuno di noi residenti in centro storico l’invito è arrivato. Adesso abbiamo casualmente scoperto che il Comune ha organizzato un altro incontro per il 4 settembre”.

Secondo Guatteri e Vaccari “non è dato di capire come l’amministrazione PD-LeU proceda nell’invitare i cittadini residenti in centro storico a questo tipo di eventi che sono importantissimi per la condivisione. Evidentemente il sindaco e la giunta hanno interesse che i cittadini non partecipino. Di ieri poi l’avviso che il Comune accetta consigli per individuare il luogo dove ricollocare i tassi che verranno tolti da Piazza del Cristo. Da più parti si sono levate voci competenti che ribadiscono che i tassi che verranno estirpati sono destinati a sicura morte”.

Concludono: “Chiediamo quindi che l’assessore competente blocchi dei lavori di ‘riqualificazione’ contestati e inizi un percorso partecipato con i cittadini per condividere e trovare l’accordo su un progetto che cambierà per sempre l’assetto di Piazza del Cristo e di Corso Garibaldi”.