Esplosione Bologna, aperta indagine per disastro colposo

Il premier Giuseppe Conte, oggi in visita ai feriti all’ospedale Maggiore. Riaperto il raccordo di Casalecchio in entrambe le direzioni

BOLOGNA – Sull’esplosione di Bologna “ci sono accertamenti in corso” da parte della magistratura. Lo conferma il premier Giuseppe Conte, oggi in visita ai feriti all’ospedale Maggiore. “Come sapete la Procura di Bologna oggi ha dato notizia che è stata avviata una indagine per disastro colposo contro ignoti. Andranno fatte verifiche anche tecniche e noi dal punto di vista della responsabilita’ di governo dobbiamo capire quello che è successo per prevenire anche tragedie del genere”, sottolinea il presidente del Consiglio.

“Non si tratta di annunciare prescrizioni normative, non è questo il problema- assicura poi il capo del Governo- bisogna vigilare se ci fosse qualche smagliatura nella legislazione attuale, ma non mi sembrerebbe”. Piuttosto, dice ancora Conte, “bisogna vigilare sul rispetto degli standard di sicurezza”. In ogni caso, ha concluso, “siamo qui per testimoniare la vicinanza del Governo ma anche per capire, perchè non si ripetano più, per prevenire”.

Vista la dinamica dell’incidente di Bologna “possiamo ritenerci fortunati per le conseguenze che si sono, verificate. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte lasciando l’ospedale Maggiore dopo aver incontrato alcuni feriti dell’esplosione di ieri a Borgo Panigale.

“E’ stato un terribile incidente”, ha detto Conte, “una tragedia senz’altro, ma ho visto che i feriti nel complesso sono tutti in via di guarigione, la situazione quindi è sotto controllo. Bisogna ringraziare la macchina dei soccorsi che si è mossa molto celermente, è stata fantastica”.

Conte ha voluto ringraziare anche il personale sanitario per l’intervento di ieri.

E mentre il raccordo di Casalecchio di Reno è stato riaperto in entrambe le direzioni, permane la chiusura della tangenziale di Bologna tra gli svincoli 2 e 3 in direzione della A14. Lo fa sapere Autostrade, aggiungendo che i tecnici hanno lavorato con le verifiche per tutta la notte e che queste hanno confermato la transitabilità del tratto nella carreggiata opposta a quella crollata.

Alle 9.25 è stato dunque riaperto il raccordo di Casalecchio in entrambe le direzioni. L’obiettivo di far riprendere il più rapidamente possibile la circolazione è stato raggiunto predisponendo uno scambio di carreggiata, che permette a chi arriva da Firenze di raggiungere la A14 tramite una corsia in deviazione sulla carreggiata opposta. Riaperto anche il tratto di Tangenziale compreso tra gli svincoli 2 e 3 in direzione dell’A1, tratto che rimane invece chiuso in direzione di dell’A14.

Autostrade ricorda che la deviazione in atto non riguarda coloro che dalla A1 provenendo da Milano sono diretti verso la A14, e viceversa, il cui percorso resta quindi inalterato. Si è tenuto inoltre un incontro in Prefettura per valutare la situazione. Autostrade per l’Italia, “già nel corso della notte, ha avviato le prime operazioni di ripristino ed è pronta a realizzare ogni possibile soluzione finalizzata alla normale ripresa della circolazione nel minor tempo possibile”.