Ritrovato il bambino disperso nei boschi a Cervarezza

Matteo, 9 anni, di Gattatico, autistico, si era acquattato in un cespuglio in una zona di boscaglia molto fitta, impervia, e non rispondeva a chi lo chiamava.

APPENNINO REGGIANO – Ore 18.15: è appena stato ritrovato il bambino che nel primo pomeriggio si era smarrito  nei boschi di Cervarezza. Si trovava presso l’Osservatorio Astronomico. Il piccolo – di 9 anni, autistico, residente a Gattatico – si trovava con il papà ed alcuni amichetti ed i loro genitori nel percorso del fortino della Sparavalle diretto proprio verso l’Osservatorio quando si è allontanato dal gruppo infilandosi probabilmente nell’area boschiva circostante dove poi si sono concentrate le ricerche. Inutili i tentativi di ritrovarlo da parte dei compagni di escursione. Così è stato dato l’allarme alle forze dell’ordine.

Erano le 15,30 quando Carabinieri della stazione di Collagna sono intervenuti nella zona di Cervarezza (Busana di Ventasso) dove era stata segnalata la scomparsa. Immediatamente sul posto – oltre ai Carabinieri – sono accorsi anche altri Carabinieri della compagnia di Castelnovo Monti, Vigili del Fuoco, Soccorso Alpino e personale del 118 per le ricerche del piccolo. È stato immediatamente istituito un Campo base coordinato dalla prefettura di Reggio, collocato in zona Osservatorio. La Polizia Provinciale è intervenuta con una unità cinofila di polizia giudiziaria in supporto alla Arma. Hanno iniziato a scandagliare sentieri, boschi e prati d’altura anche sei squadre cinofile da ricerca in superficie del Soccorso Alpino.  Si è alzato in volo da Bologna l’elicottero dei Vigili del Fuoco per una ricognizione aerea.

Il piccolo si era acquattato in un cespuglio in una zona di boscaglia molto fitta, impervia, e non rispondeva a chi lo chiamava. Ci sono volute tre ore per scoprire il suo nascondiglio e riportarlo, incolume, dai genitori. “Non si sono resi necessari accertamenti medici e la famiglia ha potuto fare rientro in autonomia”, hanno fatto sapere dal Saer..