Tornano i Giochi internazionali del Tricolore

Dal 7 al 13 luglio "le piccole olimpiadi" a cui partecipano circa 3.000 atleti tra i 13 e i 17 anni, di cui mille provenienti da 30 citta' di Paesi europei ed extra Ue. Circa 400 le gare previste

REGGIO EMILIA – Una settimana di sport come strumento di dialogo interculturale. E’ quella che si apre a Reggio Emilia dove sabato prossimo inizia la sesta edizione “dei giochi internazionali del Tricolore”, manifestazione triennale nata nel 1997 in programma fino al 13 luglio. Una sorta di piccole olimpiadi in cui partecipano circa 3.000 atleti tra i 13 e i 17 anni, di cui mille provenienti da 30 citta’ di Paesi europei ed extra Ue. Circa 400 le gare previste (in 30 discipline sportive tradizionali e paralimpiche) che saranno disputate in 50 impianti sportivi della citta’ e della provincia.

Per i giovani partecipanti e i loro accompagnatori e’ allestito un “villaggio olimpico” nel centro della citta’ e si e’ mobilitato un esercito di oltre 250 volontari delle associazioni sportive reggiane. La manifestazione, cofinanziata dall’Unione Europea, e’ dedicata a Nelson Mandela nel centenario della nascita ed e’ “tra i pochissimi eventi che non si svolgono in Sud Africa riconosciuto dalla fondazione Mandela nel programma ufficiale delle celebrazioni del centenario”, spiega l’assessore comunale alla Citta’ internazionale Serena Foracchia.

Per il sindaco Luca Vecchi il messaggio che emerge dall’iniziativa e’ che al di la’ delle gare, “Reggio Emilia si conferma una citta’ aperta alle relazioni con il mondo e dimostra che, in questo caso attraverso lo sport, la diversita’ puo’ generare non solo preoccupazione e paura ma anche incontro e arricchimento”.