Tecno, domani nuovo corteo di lavoratori

Con partenza alle 9 dalla sede dello stabilimento, fino al mercato di Gualtieri I parlamentari reggiani Pd chiedono un tavolo al ministero

Più informazioni su

GUALTIERI (Reggio Emilia) – Nuova protesta dei lavoratori della ex Tecnogas di Gualtieri (Reggio Emilia), che chiedono all’attuale proprieta’ – nelle more della cessione dell’azienda – di ricapitalizzarla per almeno cinque milioni per far ripartire la produzione ormai quasi ferma. Dopo quello andato in scena lunedi’ scorso, domani ci sara’ un altro corteo in partenza alle 9 dalla sede dello stabilimento, fino al mercato di Gualtieri dove saranno distribuiti volantini per sensibilizzare la popolazione sulla situazione dei 273 lavoratori.

Nel frattempo continua il presidio permanente davanti ai cancelli dell’azienda, iniziato lo scorso 4 giugno. Intanto i parlamentari di Reggio Emilia del Pd Antonella Incerti, Graziano Delrio e Andrea Rossi presentano un’interrogazione al ministro del Lavoro per sollecitare, come gia’ chiesto dalla Regione, l’apertura di un tavolo di crisi nazionale.

Incerti, Rossi e Delrio domandano in particolare “se il Governo non intenda attivare urgentemente un apposito tavolo di crisi per affrontare in modo complessivo gli aspetti occupazionali, finanziari e produttivi dell’azienda al fine di verificare l’effettiva volonta’ di acquisto dell’azienda medesima manifestata da possibili acquirenti stranieri” e per mettere in campo “tutti gli strumenti possibili affinche’ l’azienda garantisca certezze e misure di salvaguardia dell’occupazione dei 300 lavoratori e lavoratrici”.

Più informazioni su