Simula furto auto per evitare di pagare le multe: denunciato

Nei guai un operaio 62enne di Carpineti che voleva evitare le sanzioni di Equitalia

Più informazioni su

CARPINETI (Reggio Emilia) – Pensava di espletare una mera formalità congedandosi dai carabinieri con estrema tranquillità dopo aver denunciato il furto di un’autovettura Renault Clio che, a suo dire, gli era stata rubata in un podere agricolo a Poiago di Carpineti, invece si è ritrovato nel mirino dei carabinieri della stazione di Carpineti, insospettiti per le imprecisioni contenute nella denuncia.

Nel giro di qualche mese un operaio reggiano di 62 anni, residente a Viano si è ritrovato da vittima di un furto a indagato per simulazione di reato, dato che i fatti, così come da lui esposti in denuncia, non corrispondevano al vero. I carabinieri hanno scoperto che l’operaio aveva simulato il furto per sottrarsi alle procedure esecutive di Equitalia, dato che sulla sua auto pendevano dei gravami amministrativi.

Inoltre l’operaio era stato recentemente sanzionato per omessa consegna di veicolo fuori uso ad un centro di raccolta che gli era stata contestata dai carabinieri forestali della stazione di Carpineti. Per evitare quindi una serie di conseguenze amministrative l’operaio si è presentato ai miliari della stazione di Carpineti denunciando che ignoti ladri avevano rubato la sua auto che aveva da tempo lasciato su un podere di un amico a Poiago.

Più informazioni su