Nubifragio su Reggio e provincia, alberi caduti e allagamenti fotogallery video

I centralini dei vigili del fuoco sono intasati di telefonate. Al momento si registra il tetto di una palestra scoperchiato dal vento a Scandiano. Tromba d'aria ad Arceto: viale del Partigiano bloccato per un pino caduto davanti al Buco Magico

REGGIO EMILIA – Un temporale violentissimo si è abbattuto su Reggio e, in particolare, sulla zona ceramiche nell’area che va da Scandiano al capoluogo, verso le nove di questa sera. Una pioggia torrenziale e forti rafficate di vento hanno causato allagamenti ovunque con alberi abbattuti e danni un po’ ovunque.

I centralini dei vigili del fuoco sono intasati di telefonate. Al momento si registra il tetto della palestra di via Garibaldi scoperchiato dal vento a Casalgrande con lamiere in strada e problemi a Correggio e Scandiano per un albero e rami caduti sulla strada e allagamenti vari.

Ad Arceto, secondo quanto scrive Reggio Emilia Meteo, sono caduti 130 millimetri di acqua in pochi minuti (nel mese di giugno ne erano caduti 59,9) e si è verificata una tromba d’aria. Via Adua, a Reggio, è bloccata a causa di una pianta che è caduta a terra. Bloccato anche viale del Partigiano dopo che, davanti al Buco Magico, un pino è caduto schiantandosi su una Peugeot nera. Solo molta paura, ma nessun danno per il conducente dell’auto, per fortuna, una ragazza che è stata portata al pronto soccorso per accertamenti.

Alberi caduti anche sullo stradone che collega Rubiera a Salvaterra, con traffico bloccato. Grandine a Castellarano. Paura anche in via Martiri di Minozzo dove un albero è caduto, dietro alla gelateria Waikiki, abbattendosi sulle auto e bloccando la strada.

Si registra una situazione critica ad Arceto dove sono segnalati numerosi allagamenti. Intorno alla rocca si è formato un lago, mentre molti residenti si sono riuniti in Piazza Pighini dove sono presenti due camion dei vigili del fuoco per portarli nelle loro cantine allagate.