Migranti, cena e incontro con Gino Strada e Giulio Cavalli

Mercoledì alle 20.30 al circolo Arci "Le ciminiere" di Cà de Caroli, Scandiano, per la rassegna "Metti una sera a cena"

REGGIO EMILIA – “A casa loro. Migranti contro poveri?”. Cena e poi dibattito, mercoledì alle 20.30, fra Gino Strada e Giulio Cavalli al circolo Arci “Le ciminiere” di Cà de Caroli, Scandiano, per la rassegna “Metti una sera a cena”.

“Non credetegli. Mai. Il mare non uccide. Le persone uccidono. Anche l’indifferenza uccide, sì, anche quella. Ci sono più morti di indifferenza della somma di tutte le guerre mondiali, anche delle guerre dei tempi passati. Solo che i morti di indifferenza muoiono che non se ne accorge nessuno”.

Così inizia lo spettacolo “A Casa Loro” in cui Giulio Cavalli si confronta con la realtà disumana dei campi d’internamento per migranti allestiti in Libia. Cavalli, scrittore ed attore teatrale, dal 2007 vive sotto scorta a causa del suo impegno contro le mafie, egemoni nel più odioso tra i commerci illegali: la tratta delle persone in fuga dalla fame, perseguitate dalle violenze e dalla guerra.

Con lui mercoledi 11 al circolo Le ciminiere di Ca de Caroli ci sarà Gino Strada, medico, attivista per il rispetto dei diritti umani e fondatore della ONG Emergency, ha dedicato un’intera vita. Sui temi drammaticamente attuali delle migrazioni, sempre in bilico tra accoglienza e rifiuto, dialogheranno Cavalli e Strada nella serata che inaugura l’ormai tradizionale rassegna di incontri.

Nel corso della serata Giulio Cavalli reciterà alcuni passi tratti dal suo ultimo lavoro teatrale. La rassegna “Metti, una sera alle Ciminiere” è promossa dal circolo in collaborazione con Epoché ArtEventi. L’intero incasso della serata sarà devoluto a Emergency.

Le cene, antipasto, lasagna, vino e acqua a 15 euro, inizieranno alle 20.30, gli incontri alle 21.30. Ingresso senza obbligo di tessera Arci. Per informazioni e prenotazioni rivolgersi a Circolo Arci Le Ciminiere (Via del cemento, 25 – Ca’ de’ Caroli – Scandiano – RE) – 333 7021852 oppure 338 5715503 – leciminiere@virgilio.it