Quantcast

Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Iran, Pompeo: “Khamenei ha un fondo da 95 miliardi di dollari”

Il segretario di Stato americano: "Il livello di corruzione e ricchezza tra i leader del regime dimostra che l'Iran é gestito da qualcosa che somiglia alla mafia più che a un governo"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La guida suprema dell’Iran, Ali Khamenei, ha un fondo speculativo segreto personale da 95 miliardi di dollari non tassato e utilizzato dalle Guardie islamiche rivoluzionarie: lo ha detto ieri sera il Segretario di Stato americano Mike Pompeo. “Il livello di corruzione e ricchezza tra i leader del regime dimostra che l’Iran é gestito da qualcosa che somiglia alla mafia più che a un governo”, ha commentato Pompeo, secondo quanto riporta la Cnn online.

In realtà Pompeo non fa altro che riprendere un vecchio lancio di agenzia della Reuters del 2013 secondo il quale la guida suprema iraniana controlla il cosiddetto “Setad” (quartier generale) una struttura messa in piedi dall’Ayatollah Ruhollah Khomeini per sequestrare i beni immobili degli oppositori al regime degli Ayatollah. Khomeini però aveva lasciato disposizioni affinché gli utili derivanti dalla vendita di questi immobili, sequestrati in massa, venissero destinati a opere di beneficienza. Invece 24 anni dopo la sua fondazione l’organizzazione Sedat è un vero e proprio gigante economico che controlla banche, aziende agricole, aziende petrolifere, controlla il mercato del caffè e del cemento. Valore stimato, 95 miliardi di dollari.

In sostanza, secondo quello che scriveva la Reuters, quello che nei piani di Khomeini doveva diventare un fondo di beneficenza con Khamenei è diventato un mezzo per detenere il potere controllato al 100% dal grande Ayatollah Khamenei e dalla sua famiglia. La Reuters affermava tuttavia all’epoca di non aver trovato le prove che Khamenei usa questo immenso impero finanziario elusivamente a titolo personale ma si diceva certa che lo usasse per detenere il potere.

Più informazioni su