Ferrarini, lavoratori senza stipendio: scatta lo sciopero a Parma

I sindacati denunciano: "Le materie prime scarseggiano e l'azienda non comunica date certe per il pagamento"

REGGIO EMILIA – I lavoratori non ricevono piu’ lo stipendio, come peraltro anticipato da Reggio Sera, le materie prime scarseggiano e l’azienda non comunica date certe per il pagamento. Queste le motivazioni alla base della protesta dei lavoratori della Ferrarini Spa dell’unita’ produttiva di Lesignano de’ Bagni che domani – come deciso in assemblea ieri – saranno in sciopero con corteo dalla sede dell’azienda sino alla piazza del municipio di Langhirano.

Il gruppo alimentare Ferrarini spa, che coinvolge circa 800 lavoratori in tutta Italia di cui 80 solo in provincia di Parma, sta attraversando una grave crisi finanziaria nonostante la solidita’ del marchio. Le organizzazioni sindacali di categoria nazionali Flai Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil hanno chiesto nelle settimane scorse un incontro urgente al ministro del lavoro e dello sviluppo economico. La Flai-Cgil di Parma “esprime grande preoccupazione per le sorti dei dipendenti diretti e indiretti”.

In “vista anche di un incontro in sede aziendale gia’ calendarizzato ritiene indispensabile che la proprieta’ intraprenda ogni strada per fare uscire l’azienda da questa difficolta’, perseguendo un nuovo progetto industriale che salvaguardi assetti occupazionali e continuita’ produttiva”.