Violenze e minacce a madre e sorella: denunciato

I carabinieri di Quattro Castella hanno allontanato, come disposto dalla procura, un 37enne da casa. “Colpa” della mamma è aver rimproverato il figlio per averle rubato la fede nuziale per acquistare la droga

QUATTRO CASTELLA (Reggio Emilia) – Un 37enne di Quattro Castella è stato denunciato per violenze e minacce alla madre e alla sorella e gli è stata applicata la misura dell’allontanamento da casa. L’ultima, violenta, reazione è dovuta al fatto che la mamma lo aveva rimproverato per averle rubato la fede nuziale per acquistare la droga e gli aveva mandato un messaggio sul cellulare rimproverandolo e dicendogli che doveva farsi curare.

Questo ha scatenato la violenta reazione del figlio che, la notte del 24 maggio scorso, è rientrato a casa e si è diretto verso la camera da letto della madre che si era chiusa a chiave proprio per paura della reazione del figlio che ha urlato alla madre di aprire la porta che avrebbe altrimenti sfondato. Una volta aperta la porta, l’uomo ha cercato di aggredire la madre, ma è stato bloccato dalla sorella. Il 37enne ha reagito mettendole le mani intorno al collo e dandole una testata in faccia. Poi si è allontanato minacciando di tornare dopo tre giorni per ammazzarle entrambe. E’ rimasto nel cortile di casa brandendo un coltello e minacciando di morte le due donne.

Prima dell’arrivo dei carabinieri, chiamati dai vicini di casa, l’uomo si è arrampicato sul balcone ed è entrato in casa conficcando il coltello nel tavolo di legno con un fazzoletto con dentro minacce di morte a madre e sorella. All’arrivo i militari di Quattro Castella lo hanno fermato trovandolo in possesso di due coltelli. Altre armi bianche (coltelli e katane giapponesi) sono state trovate e sequestrate dai militari nella camera occupata dall’uomo nell’abitazione.

Il 37enne è stato denunciato per minacce aggravate e lesioni personali (la sorella ha riportato una serie di traumi giudicati guaribili con una prima prognosi di 10 giorni).