In tanti al pranzo di solidarietà per la Siria al circolo Pigal foto

L’incasso andrà al progetto di Amar per la costruzione di un laboratorio per arti artificiali destinati ai mutilati di guerra

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Si è tenuto oggi al Circolo Pigal di via Petrella il pranzo di solidarietà nell’ambito della campagna umanitaria Reggio For Syria, promossa da Boorea e Arci. L’incasso andrà al progetto di Amar per la costruzione di un laboratorio per arti artificiali destinati ai mutilati di guerra in Siria.

Il pranzo è stato preceduto dalla presentazione del progetto con gli interventi del professor Firas Al Hinnawi responsabile del corso di Bioingegneria medica dell’Università di Damasco, che gestirà il laboratorio ad Aleppo, Serena Foracchia, assessore città internazionale, il dottor Jean Bassmaji, presidente dell’associazione Amar, il direttore di Boorea Stefano Campani e Davide Fontani vicepresidente Arci.

Per aiutare le migliaia di mutilati di guerra siriani, la onlus reggiana Amar Costruire Solidarietà allestirà un laboratorio per la costruzione di arti artificiali presso la facoltà di Bioingegneria dell’Università di Damasco. Grazie a scanner e stampanti 3D il laboratorio è in grado di costruire, a basso costo, protesi personalizzate destinate ai feriti da scoppio di mine e altri ordigni esplosivi.

L’associazione Amar nasce con l’obiettivo di costruire solidarietà tra i popoli, sostenendo le persone colpite da calamità o conflitti allo scopo di restituire loro uno stato di autonomia.

 

Più informazioni su