Sperpera i soldi sul conto e poi prende a calci direttore di banca

Violenza e minaccia le accuse mosse a un 60enne reggiano dai carabinieri di Cavriago

CAVRIAGO (Reggio Emilia) – Riteneva la banca responsabile della “sparizione” dei soldi dal suo conto. Per questo motivo un 60enne reggiano si è presentato in banca minacciando e prendendo a calci il direttore della filiale, nonostante questi gli avesse documentato che i soldi non erano nel conto in quanto erano stati da lui spesi.

Nonostante le prove documentali l’uomo non ha voluto sentire ragioni e, complice anche l’ubriachezza, è andato in escandescenza contro lo stesso direttore tanto che i carabinieri di Cavriago sono dovuti intervenire. E così un 60enne reggiano è stato denunciato per minaccia e violenza privata.

E’ accaduto all’interno della filiale di una banca di Cavriago. Il 60enne, pensando erroneamente che i circa 20.000 euro non piu’ presenti nel suo conto fossero spariti a causa di “negligenze” bancarie, si è presentato un po’ alticcio in filiale chiedendo contezza al direttore che, nonostante gli abbia documentato che i soldi erano stati prelevati e spesi dallo stesso 60enne, non è riuscito a contenerne la rabbia.

Il cliente, infatti, ha iniziato a strattonare il direttore colpendolo con due calci per poi proferiglie pesanti minacce quali “apri la finestra che ti butto giù”, “sei un uomo morto”, “ti uccido” e altre dello stesso tenore. I carabinieri, chiamati dal personale, sono arrivati sul posto. Il direttore ha sporto denuncia nei confronti dell’uomo.