Il Siena ringrazia l’arbitro e batte la Reggiana 2-1

I padroni di casa passano il turno dei playoff grazie a un rigore dubbio concesso fuori tempo massimo al 100'

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La Reggiana, beffata da un rigore molto dubbio concesso al 100′ dal direttore di gara, non agguanta la semifinale play-off. Al vantaggio dei padroni di casa firmato Cristiani, risponde Altinier con una prodezza da rapinatore d’area. Poi, un calcio di rigore concesso praticamente a tempo scaduto decreta la vittoria del Siena: 2-1. Il presidente Mike Piazza impone il silenzio stampa.

Primo tempo
Allo stadio Artemio Franchi di Siena si sente solo e soltanto la voce dei 1.700 tifosi granata. Sin dalle prime battute di gioco gli uomini di mister Mignani provano a incunearsi tra le linee nemiche, dal canto suo la Reggiana non si lascia cogliere impreparata. Al ventesimo Neglia lascia partire dai venti metri una violenta conclusione respinta in offside da un attento Facchin poi, quest’ultimo rischia di combinarla grossa su un retropassaggio, ma la dea bendata lo assiste. In chiusura di sipario, sugli sviluppi di calcio d’angolo, la formazione senese passa a condurre il gioco grazie alla capocciata vincente di Cristiani. Da annotare sul taccuino l’espulsione del tecnico di casa per proteste.

Secondo tempo
Il copione non muta. Il possesso palla è costantemente della Robur Siena. Mister Eberini opta per la girandola di sostituzioni volta all’apportare maggior brio nel giro-palla granata. Altinier si mette da subito in mostra insaccando alle spalle di Pane, ma l’esultanza viene strozzata dal giudice di linea per offside. Gli animi si infiammano e fioccano ammonizioni. Il match si decide nei minuti finali, di certo non adatti ai deboli di cuore. Genevier si lascia soffiare la sfera da Gerli il quale, trovatosi faccia a faccia con Facchin, spedisce la sfera inspiegabilmente fuori dallo specchio della porta.

Capovolgimento di fronte e, a ergersi ancora protagonista, è il “Duca” Altinier che, con un pallonetto, sorprende il portiere avversario: 1-1 e Reggiana qualificata. Ma l’epilogo finale del match è tutt’altro. L’arbitro Perotti si inventa sullo scoccare dell’ultimo secondo, al 99′, un penalty dagli undici metri a favore della compagine bianco-nera per un presunto fallo di mano commesso da Bobb, dopo che quest’ ultimo si è visto abbattere con violenza a terra da Rondanini. Sul dischetto si presenta Santini, palla da una parte portiere dall’altra. Una decisione che manda su tutte le furie sia la dirigenza che il tifo granata.

Il tabellino

Marcatori: 44’ Cristiani (S), 95’ Altinier (R), 100’ Santini, su calcio di rigore (S).

ROBUR SIENA – REGGIANA: 2 – 1

ROBUR SIENA (4-3-1-2): Pane; Rondanini, Panariello, D’Ambrosio (dal 82’ Sbraga), Iapichino; Vassallo (dal 74’ Bulevardi), Gerli, Cristiani (dal 87’ Solini); Guberti (dal 73’ Guerri); Neglia, Marotta (dal 87’ Santini). A disposizione: Rossi, Crisanto, Dossena, Emmausso, Mahrous, Cleur, Damian. Allenatore: Mignani.

REGGIANA (3-5-2): Facchin; Ghiringhelli (dal 46’ Manfrin), Bastrini, Rozzio; Vignali (dal 86’ Rocco), Riverola (dal 56’ Altinier), Genevier, Carlini (dal 70’ Rosso), Bobb; Cianci, Napoli (dal 56’ Cattaneo). A disposizione: Narduzzo, Viola, Zaccariello, Bovo, Palmiero, Lombardo, Panizzi. Allenatore: Eberini.

Arbitro: Pierantonio Perotti sez. di Legnano (Assistenti: Christian Zanardi sez. di Genova, Roberto Margheritino sez. di Savona. 4° Ufficiale: Ilario Guida sez. di Salerno).

Note – Espulsi: Mignani (tecnico senese per proteste), Bastrini, Altinier, Malpeli (team manager Reggiana), Magalini (ds Reggiana), La Rosa (allenatore Reggiana in seconda). Ammoniti: Bobb, D’Ambrosio,Gerli, Marotta, Vignali, Cianci, Manfrin, Bulevardi. Angoli: 3 – 0. Recupero: 2’ pt. ; 10’ st.

Più informazioni su