Le rubriche di Reggiosera.it - Editoriali

Reggiana, l’ennesima Piazzata

Una giocata d'azzardo, una pistola puntata alla tempia della città dato che il 30 giugno scadono i termini per l'iscrizione al campionato di serie C. Piazza spera veramente di trovare acquirenti per quella data?

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Ci risiamo. Siamo di fronte all’ennesima “piazzata” del presidente Piazza. Il patron della Reggiana dagli States, tramite la Gazzetta di Reggio, ci informa che vuole mettere in vendita la società granata, in tutto o in parte. La modalità con cui avviene questo annuncio, ovvero attraverso un comunicazione inviata ad un unico media e non convocando una conferenza stampa, lascia già perplessi. Ma, lasciamo perdere, dato che lo stile non è mai stato una prerogativa della famiglia Piazza.

Quello che lascia stupefatti è che la moglie di Piazza era recentemente stata ad un incontro con il Comune in cui aveva pianificato con il sindaco il centenario della squadra granata e che, in quell’occasione, si erano messe le basi per un incontro con Squinzi per risolvere il problema dell’affitto del Mapei stadium e che la società aveva appena firmato un accordo con la diocesi per l’affitto dei campi di via Agosti. Poi, improvvisamente, il colpo che spariglia tutto: la messa in vendita della società.

E’ solo l’ultimo, tuttavia, dei tanti colpi di scena a cui l’ex campione di baseball ci ha abituati. Celebre la conferenza stampa di qualche mese fa dopo che, sempre in seguito a un tentativo del Comune di mettere Piazza e Squinzi intorno a un tavolo, il presidente della Reggiana aveva mandato tutto all’aria battendo i pugni sul tavolo e dicendo che Squinzi diceva bullshit (stronzate, ndr). Famose le intemerate su Instagram della moglie che, ogni tanto, se la prende con i suoi presunti nemici. Drastica e decisamente poco elegante la raffica di licenziamenti avviata un anno fa nel club, decisione che, peraltro, non sembra aver inciso molto sui conti della società.

Ora siamo di fronte, forse, all’ultima “piazzata”. La decisione di mettere in vendita, in tutto o in parte, le quote della Reggiana. Una giocata d’azzardo, una pistola puntata alla tempia della città dato che il 30 giugno scadono i termini per l’iscrizione al campionato di serie C. Piazza spera veramente di trovare acquirenti per quella data?

 

 

Più informazioni su