Reggiana, Alicia: “A tutto c’è un limite. Servono più partner”

La vicepresidente: "La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la “sospetta” sconfitta di Siena. Siamo persone generose, non pazzi"

REGGIO EMILIA – “‘A tutto c’è un limite’. Questo progetto richiede la presenza di più partner. Non una sola famiglia. Mike ed io vogliamo mandare il nostro amore a tutti i tifosi in questo difficile momento”. La vicepresidente della Reggiana, Alicia Rickter, interviene con un commento sul sito della Reggiana dopo le dichiarazioni del marito che ha detto che vuole mettere in vendita, in tutto o in parte, la Reggiana.

Dice la Rickter: “Sfortunatamente la Reggiana è stata oggetto di attacchi sin dall’arrivo di Mike. Il progetto era ambizioso. Un progetto dove Mike ed io abbiamo messo cuore, tempo e finanze. Ma a parte le battaglie legali, gli atti di bullismo subiti sulla questione stadio, la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la “sospetta” sconfitta di Siena. Siamo persone generose, non pazzi. Vi posso assicurare che non c’è persona più rammaricata e triste per la catena di eventi che si è verificata. A volte addirittura abusivi. Non possiamo permettere che questo trattamento continui”.

Conclude la Ricker: “Mike ed io siamo orgogliosi del lavoro fatto. Ma come dice Mike: “a tutto c’è un limite”. Questo progetto richiede la presenza di più partner. Non una sola famiglia. Mike ed io vogliamo mandare il nostro amore a tutti i tifosi in questo difficile momento”.