Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Migranti, Italia pronta a bloccare le conclusioni del vertice

Fonti: responsabilità condivisa su salvataggi è linea rossa per Roma

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – L’Italia è pronta a bloccare le conclusioni sui migranti del Consiglio europeo di domani se nel testo non sarà inserito il concetto di responsabilità condivisa sui salvataggi in mare. Fonti di Bruxelles sottolineano che sarebbe questa la “linea rossa” per Roma. “Sono in gioco i valori dell’Europa unita”, dice intanto il premier Conte al Senato. Ma il summit è in salita: nessun accordo su Dublino, lite sui centri di accoglienza per i migranti.

Nell’Aula del Senato le comunicazioni del presidente del Consiglio in vista del Consiglio Europeo del 28 e 29 giugno. L’Italia è pronta a bloccare le conclusioni sulla parte migratoria al vertice dei leader Ue di domani se nel testo non sarà inserito il concetto di responsabilità condivisa sui salvataggi in mare. Lo si è appreso a Bruxelles da fonti che hanno sottolineato come questa sia la ‘linea rossa’ per Roma.

“Sulla migrazione sono in gioco i valori dell’Europa unita e l’Italia continuerà a fare la sua parte perche l’Europa sia all’altezza del suo compito”, ha detto il premier illustrando i dieci punti della proposta italiana portata al tavolo del vertice dei 16 Paesi Ue domenica scorsa.

Dopo aver assicurato che nel prossimo Consiglio Ue “da parte” dell’Italia si appoggeranno “tutti gli sforzi contro l’elusione e l’evasione fiscale”, “superando la frammentazione dei sistemi di imposizione nazionale” perché in Europa c’è “bisogno di un fisco più equo”, il premier Giuseppe Conte ha affermato che l’Italia proporrà anche “soluzioni eque ed efficaci volte a risolvere le conseguenze negative provocate dalla direttiva cosiddetta Bolkestein”.

Più informazioni su