Ente Fiere, arriva la nuova FestaReggio: tutti gli spettacoli foto

Rap, pop, indie e grandi comici dal 21 agosto al 10 settembre: Lorenzo Fragola, The Zen Circus e il rock dei Ministri, senza dimenticare il cabaret con Gianluca Impastato e Scintilla, alias Gianluca Fubelli, da Colorado e il duo Pio & Amedeo

REGGIO EMILIA – Una FestaReggio più compatta che coprirà un’area di circa un quarto, all’ente fiere, rispetto a quella del Campovolo. Con sei ristoranti gestiti da volontari rispetto agli otto di prima, ma con la novità di una trentina di chioschetti dello Street food. Che, tuttavia, piace a chi deve acquistare spazi commerciali dato che quelli venduti oggi sono più di cento (erano 70 l’anno scorso).

Poi ci saranno parcheggi più comodi e sarà più facilmente raggiungibile come area. In più, essendoci i capannoni, consentirà di allestire spazi anche all’interno in caso di maltempo. La kermesse si terrà dal 21 agosto al 10 settembre e, altra novità, non sarà chiusa al lunedì.

Lo slogan di FestaReggio quest’anno è “Sentire popolare”. Saranno ventuno le sere da vivere in Festa. Sul nuovo palco dell’Arena vedremo passare Lorenzo Fragola (31 agosto) e i Ministri (7 settembre), per entrambi biglietti già disponibili su Ticket One, gli Zen Circus (1 settembre), presto in prevendita, senza dimenticare la leggerezza e il divertimento: grande spazio al cabaret e alla comicità con i comici di Colorado (6 settembre), Zelig (28 agosto) e Pio & Amedeo (29 agosto); le prevendite per l’irriverente duo foggiano apriranno a brevissimo. Ma ancora la programmazione, realizzata con Arci, riserverà diverse sorprese che non tarderanno ad arrivare.

Intanto in agenda si possono segnare ben tre date con la magia pirotecnica dei Fuochi Danzanti: si terranno nella serata inaugurale del 21 agosto, a seguire il 27 agosto e poi il gran finale del 10 settembre.

Pop X è il nome dietro il quale si celano i trentini Davide Panizza e i suoi sodali, sul palco di FestaReggio giovedì 23 agosto. Il progetto più indecifrabile venuto fuori dal panorama pop indipendente italiano negli ultimi anni è impossibile da descrivere completamente: cosa sia Pop X è nelle orecchie di chi ascolta i suoi brani e negli occhi di chi partecipa ai baccanali che sono le performance live già diventate leggenda.

Poi sarà la volta di Aeham Ahmad. I video che lo ritraggono suonare sui cumuli di macerie hanno fatto il  giro del mondo: è un giovane pianista siriano, diventato il simbolo della tragedia che si sta consumando in Medio Oriente. Il giorno del suo compleanno i miliziani dell’Isis, che hanno conquistato la sua città, bruciano il suo pianoforte in quanto “haram”, proibito. Aeham Ahmad  decide che è giunta l’ora di partire e percorre le migliaia di chilometri che separano Damasco da Berlino a piedi, su bagnarole di fortuna, autobus devastati, solo con uno zaino in spalla e la miseria a tracolla.
In Germania trova rifugio in un vecchio motel abbandonato, dove c’è un pianoforte. Ricomincia così a fare ciò che faceva a Yarmuk: suonare e cantare per i bambini sballottati dall’esilio. Riprende in mano la sua vita, inizia a fare concerti e riceve un premio per il suo impegno a favore dei diritti umani. Domenica 2 settembre sarà a FestaReggio per esprimere il suo talento a favore della campagna umanitaria  Reggio for Syria, lanciata da Boorea (cooperative del territorio), Arci Reggio Emilia e Gvc,  per dare un aiuto concreto e accendere una luce sui conflitti che insanguinano la Siria e il Medio Oriente.

A completare il cartellone dei concerti di FestaReggio ci saranno anche il Reggae Festival (dal 24 al 26 agosto), l’ormai tradizionale appuntamento di tre giorni dedicato ai ritmi in levare, le proposte musicali sperimentali di Eleva – Advanced Music Meetings (8 e 9 settembre) e una sorpresa legata alla scena indie pop italiana.

Se dal punto di vista musicale anche quest’anno non mancherà la qualità, dal punto di vista delle risate FestaReggio non deluderà le aspettative, a cominciare dalla Zelig Night nella serata di martedì 28 agosto che porterà sul palco Migone e Manera insieme ai personaggi che li hanno distinti sul palco del cabaret milanese. Verismo, surrealismo, malinconismo, risatismo: è un labirinto intricato la mente di Paolo Migone, nella quale ci si può infilare senza paura, perché in fondo si trova sempre l’uscita…o l’entrata di un nuovo labirinto.

Mercoledì 29 agosto ci penserà la coppia più irriverente della televisione a far ridere il pubblico della festa: dopo aver conquistato la ribalta con “Le Iene” e la consacrazione grazie al grande successo televisivo del programma, da loro stessi ideato, “Emigratis”, Pio e Amedeo sono pronti per calcare anche il palco dell’Arena di FestaReggio. La loro comicità eccessiva e politicamente scorretta non è più una sorpresa, Pio e Amedeo sono ormai una certezza, che grazie al loro essere così fortemente pop, li ha resi ormai un fenomeno cult.

Mercoledì 5 settembre sarà invece la volta del grande maestro della risata Antonio Ornano con il suo monologo in forma di stand up comedy “Horny”, soprannome di un uomo adulto che ancora deve capire cosa si aspetta dalla vita e che sul palco mette a nudo le sue fragilità come marito e come padre. Un inno all’incompiutezza emotiva e sentimentale del maschio “adulto”, un’ode all’imperfezione che in chiave comica vuole squarciare l’ipocrisia di una società che ci vorrebbe sempre infallibili e di successo.

Festareggio

Ci penserà poi il duo Impastato – Fubelli, alias “Chicco d’Oliva” e “Scintilla” a rincarare la dose di “risate assicurate” durante la Colorado Night di giovedì 6 settembre con il meglio e l’inedito dei due comici, tra i più amati protagonisti della trasmissione di cabaret. I due “Turbolenti” intrepreteranno una esilarante carrellata di personaggi: da Romolo Prinz, il più bello d’Italia (Fubelli) a Mariello Frapapappo, professione gingillatore ed improbabile risolutore di misteri (Impastato) per arrivare al Giulio Cesare di Fubelli e chiudere con Chicco D’Oliva di Impastato.

Raccontare con musica e narrazione alcune carriere straordinarie di musicisti che con i loro strumenti hanno contribuito a dischi e concerti che hanno solcato la storia della musica italiana e non solo: questo è Andrea Barbi & Super Sound Stage sul palco di FestaReggio martedì 4 settembre insieme a Daniele Bagni, Cesare Barbi, Marco Formentini e Beppe Cavani. Canzoni storiche dei Litfiba, Ladri Di Biciclette, Samuele Bersani, Lucio Dalla, Eros Ramazzotti, Gianni Morandi e tutti quei brani (anche stranieri) che in qualche modo hanno influenzato, collaborato o duettato con gli artisti del gruppo o delle loro band di appartenenza. Sul palco, durante lo show, Andrea Barbi racconta aneddoti e storie dei gruppi e degli Artisti protagonisti del concerto/spettacolo a cui si alternano sequenze di canzoni “super” famose ed eseguite dai veri musicisti che le hanno portate al successo. Un link vero tra la storia ed il presente suonato, raccontato e cantato in un viaggio inedito di musica e racconti.