Quantcast

Comune valuta variante per ampliamento Ognibene

L'azienda vuole espandere la sede di Mancasale di 7mila e 700 metri quadrati

REGGIO EMILIA – Approda questa sera in Comune a Reggio Emilia – in commissione Territorio – la richiesta la richiesta di variante urbanistica presentata dalla ditta Ognibene Power spa per ampliare il suo stabilimento nell’area industriale di Mancasale. L’intervento proposto dall’azienda, fondata nel 1953 e leader mondiale nella meccanica avanzata, interessa alcune aree poste a sud e a ovest dello stabilimento esistente e gia’ indicate nel Piano strutturale comunale (Psc) come urbanizzabili per un totale di circa 29.000 metri quadrati.

Si prevede in dettaglio l’ampliamento del capannone produttivo e la realizzazione di un nuovo blocco di servizi per le maestranze, per un totale di 7.730 metri quadrati, oltre a 417 posti auto. “Questo ulteriore importante investimento di una azienda reggiana, leader del proprio settore – spiega l’assessore alla Rigenerazione del territorio Alex Pratissoli – qualifica il parco Industriale di Mancasale come principale motore produttivo dell’Area nord e piu’ in generale di un territorio che ha saputo reagire, reinventandosi, ad un crisi economica violentissima”.

Nel “caso della ditta Ognibene, inoltre, ad una richiesta chiara e concreta di nuovi spazi per la produzione e la sicurezza dei lavoratori, e’ stata data una risposta amministrativa veloce, in linea con le esigenze produttive di una azienda che ha deciso di investire sul territorio, creando occupazione e ricchezza”, aggiunge l’assessore.