Quantcast

Caso diamanti, Federconsumatori e Bpm tentano accordo

Trisolini: "Vogliamo che venga restituito il 100% delle somme. Le vie legali restano tutte aperte"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – “A seguito dell’incontro tenutosi il 22 giugno 2018, nel centro sociale Tricolore, a Reggio Emilia, al quale hanno partecipato circa 200 persone seguite dall’associazione Federconsumatori Reggio Emilia, relativamente al caso diamanti si è deciso unanimemente di sospendere la manifestazione nazionale già indetta per il 29 di questo mese”.

Lo comunica Federconsumaotri. Il presidente Trisolini ha relazionato l’assemblea riguardo l’incontro avuto con i vertici di Bpm il 20 giugno, incontro nel quale la banca ha sottoscritto un primo impegno, rendendosi disponibile “all’avvio in tempi brevi di un percorso congiunto di valutazione delle posizioni … che possa determinare un esito positivo e di reciproca soddisfazione”.

Da Federconsumatori fanno sapere che questa disponibilità dovrà concretizzarsi in un protocollo che veda l’istituzione di un tavolo, come avvenuto per il caso Generali Ina Assitalia, relativamente la restituzione a tutti i consumatori del capitale investito.

Trisolini aggiunge inoltre: “Noi vogliamo ottenere per questi risparmiatori lo stesso risultato conseguito per coloro che hanno investito in diamanti con altri istituti di credito, ovvero il 100% dell’investito, nulla di meno. Pertanto riteniamo essere un primo positivo passo la disponibilità di Bpm, che incontreremo nuovamente il 2 luglio. Questo, tuttavia, non arresterà il percorso legale, che già abbiamo avviato, depositando circa 200 medie conciliazioni presso l’ordine degli avvocati di Reggio Emilia”

Conclude Federconsumatori: “Mantenere disponibilità ed apertura nei confronti dell’istituto è a vantaggio perconsumatori/risparmiatori che si sono rivolti alla nostra associazione tanto quanto lo è tenere aperte le vie legali così da garantire la massima tutela tecnica e politica”.

Più informazioni su