Anziani, due truffe nel giro di poche ore in città

I colpi in via Vittorangeli, laterale di via Manara e in via Buozzi, laterale di via Terrachini

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Due truffe sono state messe a segno ieri mattina, ai danni di due anzane, in città, in via Vittorangeli, laterale di via Manara e in via Buozzi, laterale di via Terrachini e quindi a poca distanza l’una dall’altra. Il primo colpo in via Vittorangeli alle 10.40 dove un’anziana cittadina reggiana, mentre rientrava a casa, è stata avvicinata nell’ascensore del condominio da una ragazza italiana, sui 25 anni, di media corporatura, alta circa 1,70 m e con capelli scuri di media lunghezza che, con una scusa, è riuscita a conquistare la fiducia della donna e ad entrare nel suo appartamento.

La signora ha detto agli agenti che la ragazza ha iniziato a parlare con lei, a distrarla e a farle perdere tempo. Dopo qualche minuto la donna le ha chiesto cortesemente di uscire, cosa che la ragazza ha fatto. In quell’istante, l’anziana ha notato la presenza di un’altra donna che, dallo stesso pianerottolo, stava scendendo le scale. Quest’ultima, la complice della ragazza, era riuscita ad entrare nell’appartamento della donna senza che lei se ne accorgesse e le ha rubato una collana d’oro che era su un comodino della sua camera da letto e una tessera Bancomat.

Verso le 13.30 la secondo truffa in via Buozzi, sempre ai danni di un’anziana che ha detto agli agenti che un uomo, a lei sconosciuto, le ha telefonato sul telefono di casa per comunicarle che il figlio aveva appena subito un incidente ed era stato fermato dai carabinieri che chiedevano 5.000 euro di cauzione per liberarlo. Dopo la telefonata, lo sconosciuto è andato a casa dell’anziana che, in ovvio stato di confusione, gli ha consegnaot monili in oro (dal valore da quantificare) e contante per 260 euro. La donna, dato lo stato in cui versava, è stata lasciata alle cure di un figlio che è arrivato sul posto.

 

Più informazioni su