Alicia ai tifosi: “Non iscrivo la Reggiana in serie C”

La vicepresidente li ha incontrati ieri nella sua villa di Quattro Castella e ha detto che pagherà solo gli stipendi di maggio, ma non i contributi. Si affaccia l'incubo dell'Eccellenza. Oggi arriva Mike e incontra i rappresentanti dei 10 imprenditori reggiani disposti a dare una mano

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Niente iscrizione al campionato di serie C, la Reggiana che riparte dalla serie D “così giochiamo al Mirabello”, ma che potrebbe anche rischiare il fallimento (in un’ipotesi del genere, probabilmente si dovrebbe ripartire dal campionato di Eccellenza, due gradini sotto la serie C, ndr). Il piano, quindi, potrebbe anche essere quello di fare fallire la società e poi ricomprarla, ripulita dai debiti, per farla ripartire da una serie inferiore.

E’ questo, secondo quanto scrive oggi Il Resto del Carlino, l’incubo proposto da Alicia Rickter a una decina di tifosi del gruppo Vandelli convocati nella sua villa di Quattro Castella.

La vicepresidente ha detto ai tifosi che pagherà lo stipendio di maggio ai dipendenti (circa 250mila euro) entro martedì (domani, ndr), ma non i tre mesi di contributi (sui 750mila euro) dato che questi andrebbero alla Lega e quindi a Gravina. Infine Alicia ha chiarito che non è assolutamente disposta a pagare gli arretrati alla Mapei, vanificando così l’apertura fatta qualche giorno fa da Squinzi.

Oggi, intanto, Alicia Rickter e Mike Piazza (che è appena tornato dagli Usa) incontreranno i rappresentanti dei dieci imprenditori che si sono detti disponibili a dare una mano per aiutare la società granata e che, tuttavia, chiedono, da parte dei due coniugi, il pagamento di stipendi e contributi e l’iscrizione al campionato.

 

Più informazioni su