Via Turri, a fuoco appartamento occupato da abusivi foto

L’incendio è scaturito per un corto circuito. Gli occupanti sono fuggiti prima dell’arrivo dei carabinieri. Nessun intossicato tra i residenti dei 16 appartamenti del condominio

REGGIO EMILIA – Un incendio, quello sviluppatosi questa notte in un appartamento di un condominio di via Turri, figlio del degrado che regna nei condomini che si affacciano sulla ferrovia in zona stazione a Reggio Emilia. Le fiamme, per fortuna, hanno causato danni solo strutturali non essendoci stati feriti, né intossicati tra le numerose persone che occupano gli appartamenti del condominio al civico 43 di via Turri dove si è sviluppato l’incendio.

Gli occupanti dell’abitazione, abusivi, sono fuggiti prima dell’arrivo dei carabinieri del nucleo radiomobile che stanno indagando per violazione di domicilio e occupazione abusiva di edifici. L’allarme è arrivato al 112 dei carabinieri reggiani poco dopo le 2,30 di questa notte da parte di un cittadino straniero che ha segnalato un incendio all’interno di un appartamento al primo piano, interno 5 del civico 43 di via Turri.

Sul posto è arrivata una pattuglia del nucleo radiomobile della compagnia di Reggio Emilia insieme ai vigili del fuoco reggiani che hanno spento l’incendio scaturito in cucina per un probabile corto circuito elettrico. Nel frattempo i militari si sono accertati che tutti gli occupanti dei sedici appartamenti fossero illesi. Nessuno di loro è rimasto intossicato, nonostante parte del fumo abbia invaso il condominio raggiungendo anche l’ultimo piano. Terminate le operazioni di spegnimento i militari hanno appurato che l’appartamento era stato occupato abusivamente: la porta era divelta e sul quadro elettrico c’era un allaccio abusivo da parte degli ignoti occupanti che sono fuggiti prima dell’arrivo dei carabinieri che ora stanno indagando sulla vicenda.