Spedisce la droga, ma sbaglia indirizzo: insegnante denunciata

Nei guai una 45enne di Campagnola che ha spedito metadone e cocaina via posta nel comasco

CAMPAGNOLA (Reggio Emilia) – Ora la droga viaggia via posta. Metadone e un grammo abbondante di cocaina, insieme ad altri flaconi e caramelle da analizzare, sono stati spediti dal reggiano alla provincia comasca per essere recapitati ad un uomo residente a Menaggio, in provincia di Como.

Peccato però che l’indirizzo del destinatario fosse sbagliato. Così il pacco con il metadone e la cocaina, insieme alle altre sostanze in corso di analisi, sono finite nelle mani di una persona estranea che, visto il contenuto, ha subito avvertito i carabinieri.

I militari di Menaggio hanno quindi sequestrato lo stupefacente interessando i carabinieri della stazione di Campagnola per le indagini dal momento che il pacco con lo stupefacente era stato spedito proprio dal comune di Campagnola. I carabinieri di Campagnola sono risaliti a chi aveva spedito il pacco: un’insegnate di scuola primaria di Campagnola.

I militari hanno fatto visita alla donna e le hanno perquisito la casa trovando le prove dell’avvenuta spedizione (copia del modulo d’ordine di spedizione del pacco  sottoscritto dalla donna) e 4 grammi scarsi di hascisc che sono stati sequestrati. L’insegnante è stata denunciata con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti.