Quantcast

Rivalta, tentato furto in abitazione: inseguimento a folli velocità foto

Le volanti della polizia riescono a fermare ed arrestare il palo fra Coviolo e San Bartolomeo: in fuga i due complici

REGGIO EMILIA – Tentato furto in abitazione a Rivalta. Le volanti della polizia fermano il palo fra Coviolo e San Bartolomeo, dopo un inseguimento a folle velocità, ma gli altri due complici riescono a fuggire. E’ successo ieri, a mezzogiorno, in centro a Rivalta. Alla centrale di polizia è arrivata la telefonata di un cittadino insospettito da una Ford Focus grigia che si aggirava nella zona.

Sul posto è arrivata una volante. Nel frattempo una vicina di casa ha notato che due uomini stavano cercando di entrare in un appartamento di fianco al suo e ha avvertito la centrale che, a sua volta, ha passato la comunicazione agli agenti che stavano arrivando sul posto. I due ladri sono fuggiti, mentre il palo, alla guida della Ford Focus, è stato inseguito dalla volante.

Una corsa a folle velocità durante la quale si sono toccati anche i 160 chilometri orari. A un certo punto, però, la Ford Focus, ha ceduto. La frizione si è rotta, probabilmente anche perché l’auto era truccata e da 1600 di cilindrata era stata portata a 2500. Il ladro, quindi, ha cercato di fuggire a piedi, ma è stato fermato dagli agenti a cui ha opposto resistenza.

E’ un nomade italiano di 58 anni, C. N., originario di Torino ma domiciliato a Latina, con una sfilza di precedenti specifici, anche per furti a Reggio. Nell’auto c’era tutto l’armamentario del perfetto ladro: flessibile, tronchesi, una macchinetta in grado di rilevare metalli e un walkie talkie per comunicare con i suoi complici. Il cellulare era schermato, inoltre, per impedirne la geolocalizzazione. Infine aveva riprodotto, sovrapponendola, la targa di un’altra Ford Focus grigia.

L’uomo è stato arrestato per tentato furto in abitazione e resistenza a pubblico ufficiale. La polizia sta ora cercando i due complici.