Rebecca ha donato gli organi, si indaga sulla morte

Minuto di silenzio ieri al liceo Moro: la scuola pianterà un alberto per ricordare la studentessa

REGGIO EMILIA – Rebecca Braglia, la giovane rugbista morta mercoledì scorso all’ospedale Bufalini di Cesena dopo un incidente di gioco avvenuto domenica scorsa a Ravenna, ha donato gli organi. La famiglia ha acconsentito all’espianto. Terminate le procedure mediche ora si dovrà attendere il nullaosta per poter fissare i funerali.

Intanto ieri, al liceo Aldo Moro, frequentato dalla 18enne, è stato osservato un minuto di silenzio in memoria della studentessa. E’ stato deciso anche di piantare nel giardino dell’istituto un albero che porti il nome della giovane rugbista.

Si apprende inoltre che la procura di Ravenna ha aperto un fascicolo conoscitivo, attualmente senza indagati, sulla morte della ragazza, con l’ipotesi di omicidio colposo. Si tratta di un atto dovuto in casi come questo. Il pm ravennate Monica Gargiulo ha raccolto i referti dell’ospedale Bufalini di Cesena e i primi accertamenti sulla dinamica sommaria dell’incidente.