Piano neve, i Civici: “In cinque anni boom dei costi”

Il consigliere Rubertelli: "Da quando e' stato affidato a Iren attraverso una gara d'appalto, il costo del servizio e' aumentato del 58%"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Dal 2013, quando il servizio di sgombero neve e di salatura antighiaccio nel Comune di Reggio Emilia e’ stato affidato a Iren attraverso una gara d’appalto, il costo del servizio (che sara’ oggetto di un nuovo bando quest’anno) e’ aumentato del 58%, per una spesa aggiuntiva a carico dell’amministrazione di quasi due milioni. Il conto lo fa la consigliera civica Cinzia Rubertelli, commentando uno dei dati salienti emersi dalla variazione al bilancio 2018 del Comune, approvata ieri in sala del Tricolore.

Cioe’ la voce di spesa di 750.000 euro extra convenzione con Iren, per la rimozione di neve e ghiaccio. Riepilogando, l’intero importo del servizio affidato alla multiutility dal 2013 al 2018 valeva 4 milioni e 250.000 euro. La spesa annua complessiva registrata nel quinquennio e’ invece di oltre sei milioni e in particolare: 1,6 milioni nel 2013, un milione nel 2014, 760.000 euro nel 2015, 790,000 nel 2016, 840.000 nel 2017 e 1,6 milioni nel 2018.

“Sappiamo bene che ci sono inverni piu’ rigidi e altri, come quello dello scorso anno, in cui gli episodi nevosi sono stati rari se non assenti. E’ bene allora fare chiarezza, specie per quel che riguarda la quota variabile di un appalto, in scadenza, sui cui dovra’ essere aperta una nuova gara”, commenta Rubertelli. Intanto, sottolinea la consigliera, “vogliamo ricordare all’amministrazione comunale che, mentre schizza alle stelle il costo del servizio neve, esistono criticita’ che richiedono una risposta: molte strade reggiane sono ridotte a un ‘colabrodo’ per via di buche che restano li’ per mesi e mesi ed aree della citta’, specie ora, che attendono lo sfalcio dell’erba non piu’ rinviabile”.

Più informazioni su