Pazzo di gelosia manda all’ospedale l’ex e il suo nuovo fidanzato: arrestato

Lesioni personali aggravate le accuse mosse a un 44enne di Cavriago. Per il rivale in amore prognosi di 30 giorni

CAVRIAGO (Reggio Emilia) – Un 44enne di Cavriago, M.A., è stato arrestato dai carabinieri per lesioni personali aggravate dopo che, pazzo di gelosia, aveva aggredito la sua ex e il suo fidanzato. Tutto è iniziato verso le 18 di giovedì scorso quando il 44enne, passando davanti all’abitazione dell’ex ragazza, ha notato il cane del nuovo fidanzato. Preso da un raptus di gelosia il 44enne ha raggiunto l’ex ragazza, una 40enne reggiana, all’esterno di una palestra del paese, urlandole “bugiarda” per poi allontanarsi.

Poi, verso le 22, ha telefonato alla donna e, sentendosi respinto, è andato sotto l’abitazione della 40enne e, nel cortile, ha urlato e insultato la donna, nel frattempo scesa, con frasi del tipo “mi fai schifo, sei una tr… di m…, meriti di morire, p…”, per poi sputarle sui piedi. Quando la donna gli ha detto di andarsene, l’uomo le ha dato uno schiaffo dicendole di fare uscire il nuovo fidanzato che l‘avrebbe ammazzato. Quindi si è allontanato dando dei calci al cancello e agli oggetti presenti nel cortile.

Dopo circa mezzora si è presentato nuovamente urlando a squarciagola e danneggiando vasi e altri oggetti del giardino fino a quando alle 3 è stato richiesto l’intervento dei carabinieri che hanno invitato la donna a sporgere denuncia. Ma non è finita lì, perché il 44enne ieri mattina, intorno alle 8, ha raggiunto il nuovo compagno dell’ex fidanzata, un 44enne reggiano, in un bar di Cavriago dove i due hanno iniziato a litigare con l’attuale fidanzato che, per evitare discussioni, si è allontanato.

E’ stato a questo punto che l’antagonista, in sella a una bicicletta, lo ha raggiunto e, dopo averlo investito, lo ha fatto cadere a terra e lo ha pestato selvaggiamente. L’uomo, ricorso alle cure, ha riportato una prognosi di 30 giorni per un importante trauma facciale ed escoriazioni varie. L’aggressore, rintracciato dai carabinieri di Cavriago, è stato portato in caserma e arrestato con l’accusa di lesioni personali aggravate. I carabinieri gli hanno contestato anche l’accusa di furto dato che, durante la giornata di “imprese” intimidatorie nei confronti della ex, le avrebbe sottratto l’auto poi ritrovata dalla stessa derubata.